‘Profumi d’Autunno’, a Bagnoregio registrata una tre giorni con una presenza straordinaria di persone. “Un’edizione straordinaria, che ha visto davvero tantissime persone percorrere le vie della nostra città e soprattutto alcuni scorci poco frequentati che rivivono in queste giornate. Sorrisi, allegria e musica, che tanto erano mancati in questi ultimi due anni. Il mio ringraziamento più grande va alla Pro Loco Bagnoregio APS, per aver coordinato e organizzato la festa, così come a tutte le associazioni che hanno aperto le loro cantine con prodotti enogastronomici davvero unici. Tanti ragazzi e ragazze, uomini e donne, che hanno lavorato per rendere accogliente il nostro territorio. Grazie ai commercianti, agli operai, Croce Rossa Italiana, Protezione Civile, agli ausiliari del traffico, alle forze dell’ordine e alla polizia locale per aver lavorato in questi giorni intensi. Organizzare eventi non è mai facile, farlo dopo due anni di stop lo è ancora meno. Migliaia di persone lungo il nostro centro storico sono però la migliore soddisfazione”. Queste le parole del sindaco di Bagnoregio Luca Profili.

“L’ottava edizione di Profumi d’Autunno ha fatto registrare un risultato sorprendente per la partecipazione. Un appuntamento pensato per mettere in risalto luoghi, sapori, tradizioni e tessuto sociale della nostra amata Bagnoregio – così il presidente della Pro Loco Amedeo Di Pietro -. Ringrazio i presidenti delle associazioni, il sindaco e l’amministrazione comunale di Bagnoregio, i dipendenti interni e soprattutto il personale esterno del Comune che hanno fatto sì che ogni giorno il nostro centro storico sia stato pulito e accogliente. Ringrazio il comandante e il personale della Polizia Locale, che ci ha sostenuto e consigliato in ogni nostra scelta, il presidente e i volontari della Croce Rossa italiana di Bagnoregio, i volontari della Protezione Civile di Bagnoregio, Celleno e Montefiascone, le forze dell’ordine e tutti i bagnoresi e tutte le attività commerciali che ci hanno supportato per la riuscita della manifestazione. Il ringraziamento più grande va ai miei volontari che, da un mese circa, hanno lavorato incessantemente per la riuscita dell’evento”.

Grandi protagoniste le cantine aperte nel paese e la musica in piazza con tre gruppi che hanno fatto ballare e cantare tutti i presenti: ‘Gli Scirokati’, ‘I ladri di Monnalisa’ e ‘I Giorni Anomali’.

Articolo precedenteCotral, sciopero venerdì 21 ottobre proclamato dall’Organizzazione sindacale Faisa Cisal
Articolo successivoElezioni dell’Università Agraria di Tarquinia, il centrodestra converge sul nome di Valentina Paterna