Francesco Bigiotti

BAGNOREGIO – Bagnoregio è un paese cardioprotetto. Nei prossimi giorni saranno installati sei totem di cardioprotezione in punti sensibili del territorio, quelli di maggiore afflusso turistico o comunque significativi per i residenti.

Un ulteriore passo verso la costruzione di una città all’avanguardia, reso possibile dagli incassi dell’ultimo Presepe Vivente. Un’iniziativa che ha visto andare a braccetto e lavorare in sinergia il Comune e la locale sezione della Croce Rossa.

“Per il terzo anno consecutivo centriamo obiettivi importanti per la crescita del nostro territorio. Due anni fa riuscimmo ad acquistare un’ambulanza da mettere a disposizione di tutta la Teverina. Lo scorso anno un mezzo speciale per il trasporto dei disabili a Civita. Quest’anno, grazie all’impegno della Croce Rossa e del presidente Stefano Bizzarri, centriamo un obiettivo doppio: rendere Bagnoregio un luogo cardioprotetto e mettere in piedi un magazzino di ausili sanitari a disposizione dei nostri cittadini. Al tempo stesso i totem contribuiranno, grazie alle telecamere all’interno, ad aumentare il controllo e quindi la sicurezza del paese. Ricercare la qualità è importante per noi di Bagnoregio ma è anche un segnale di ottimismo che stiamo lanciando sulla Tuscia”. Queste le parole del sindaco Francesco Bigiotti.

Ogni totem contiene al suo interno un defibrillatore, una pulsantiera per chiamare i numeri di emergenza e poi c’è un altro aspetto importante per la sorveglianza del territorio. Infatti all’interno del totem si trovano due telecamere. Una di contesto e una che guarda a 360 gradi e che rappresenta un valido strumento di sorveglianza.

“Rendere Bagnoregio paese cardioprotetto non è cosa da poco. Abbiamo pensato alle aree di maggiore presenza turistica, come Civita, ma anche alle frazioni, come Vetriolo e Castel Cellesi. Nelle prossime settimane la nostra sezione della Croce Rossa sarà impegnata nella formazione delle persone che si trovano in maniera stabile in prossimità dei totem. In maniera da garantire l’immediata possibilità di utilizzo in caso di necessita”. Spiega il presidente locale della Croce Rossa Bizzarri.

C’è poi l’altra azione importante che riguarda gli ausili sanitari. “Abbiamo ideato un magazzino che renda possibile un servizio ai cittadini che si trovano ad affrontare particolari problemi di salute a casa – continua Bizzarri -. Stiamo acquistando, sempre con i ricavati del Presepe Vivente, carrozzine, materassi antidecubito, letti con sollevatore. Si tratta di ausili spesso forniti dalla Asl ma con dei tempi di attesa. Contiamo di funzionare come ammortizzatori del disagio e delle difficoltà mettendo noi a disposizione, a prezzo simbolico, quanto necessario”.

Giovedì 22 febbraio alle ore 17, presso la Casa del Vento (realtà gestita dall’associazione Juppiter), è in programma un evento di presentazione del paese cardioprotetto e del servizio di ausili sanitari.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email