Civita di Bagnoregio è tra le 16 città italiane che, entro il 13 settembre, presenteranno al Ministero della Cultura il dossier per la candidatura a “Capitale italiana della cultura 2025”. I dossier saranno sottoposti al vaglio di una commissione di sette esperti nella gestione dei beni culturali, nominati dal Ministero. Entro il 15 novembre la Commissione stilerà una short list delle 10 città finaliste, per poi decretare la vincitrice entro il 13 gennaio 2023.

La città vincitrice manterrà per un anno il titolo di capitale italiana della cultura 2023, introdotto per la prima volta dal Ministro Franceschini, e riceverà un milione di euro per la realizzazione del progetto.

Oltre a Civita di Bagnoregio sono candidate Orvieto, Aosta, Agrigento, Assisi (Perugia), Asti, Bagnoregio (Viterbo), Città Metropolitana di Reggio Calabria, Enna, Lanciano (Chieti), Monte Sant’Angelo (Foggia), Otranto (Lecce), Peccioli (Pisa), Pescina (L’Aquila), Roccasecca (Frosinone), Spoleto (Perugia) e Sulmona (L’Aquila). 

“Civita di Bagnoregio viene da anni in cui si è consolidata una maturazione importante, turistica, culturale, sociale. Questa è l’ennesima sfida che intendiamo portare avanti con entusiasmo e coraggio. Una visione, fondamentale per non fermarsi soltanto alle piccole cose quotidiane ma ad un percorso per i prossimi anni.”- così il Sindaco di Bagnoregio, Luca Profili, aveva annunciato la presentazione della candidatura.

Articolo precedenteAmici di Bagnaia e Unitus insieme per il recupero di importanti affreschi
Articolo successivoWiPlanet Montefiascone, quinta vittoria e primo posto in classifica per 12 ore