Civita Luogo del Pensare entra nel vivo dopo il successo della serata che ha visto protagonisti Dodi Battaglia dei Pooh e il campione del ciclismo Francesco Moser.

Stasera 16 agosto Claudio Colaiacomo parla del suo libro ‘Le incredibili curiosità di Roma’. Il 19 agosto è il turno di Mirko Zilahy con ‘L’uomo del bosco’ (Civita). Il 21 agosto arriva Costantino D’Orazio con ‘Vite di artisti eccellenti’ (Casa del Vento). Il 24 agosto in piazza San Donato a Civita ci sarà Walter Veltroni con ‘Il caso Moro e la Prima Repubblica’. Il 26 agosto è il turno di un altro big a Civita: Paolo Crepet con ‘Oltre la tempesta’.

Il 27 agosto grande serata con l’imprenditore Brunello Cucinelli che terrà una lectio magistralis sulla bellezza e l’umanesimo. Il primo settembre, sempre alle ore 21, a Piazzale Biondini lo spettacolo di Emilio Solfrizzi ‘Roger’. Il due settembre arriva Umberto Galimberti alla Casa del Vento con ‘Cosa significa pensare’. Il 5 settembre lo spettacolo ‘Buoni da morire’ con Debora Caprioglio, Pino Quartullo, Gianluca Ramazzotti. Ultimo appuntamento con un altro grande nome del giornalismo italiano come Ezio Mauro (Casa del Vento) per il 17 settembre. Un cartellone importante quello costruito da Casa Civita, società partecipata del Comune di Bagnoregio incaricata di organizzare il festival, e capace di portare Bagnoregio al centro del dibattito culturale attuale. Un’edizione 2021 con grandi nomi e il percorso della candidatura a patrimonio Unesco per Il Paesaggio Culturale di Civita di Bagnoregio al centro.

“Siamo soddisfatti di quanto sta accadendo – le parole del sindaco Luca Profili -. Bagnoregio accresce la sua immagine con iniziative di questa natura e continua a costruire una fondamentale rete di relazioni. La cultura è stata il catalizzatore del successo turistico che ha cambiato la prospettive del nostro territorio e continueremo a riservarle il giusto spazio che merita”.

“La serata con Dodi Battaglia e Moser ha avuto un grande successo di pubblico e siamo convinti che tutti gli appuntamenti pensati avranno il proprio gradimento – così l’amministratore unico di Casa Civita Francesco Bigiotti -. Organizzare iniziative in un periodo complesso come quello attuale è importante perché significa dare un segnale di speranza e parlare il linguaggio dell’ottimismo e della fiducia nel futuro. Abbiamo davanti a noi la straordinaria esperienza della candidatura de Il Paesaggio Culturale di Civita di Bagnoregio a patrimonio Unesco e Civita Luogo del Pensare è uno dei passanti attraverso cui stiamo cucendo un lavoro paziente fatto di promozione, tutela, valorizzazione e relazioni”.