Primi droni della Croce Rossa di Bagnoregio in volo intorno a Civita. Dopo la firma del protocollo con l’Aviazione Militare per aprire uno spazio di addestramento alla guida a Campolungo entra nel vivo il progetto, nato dalla sinergia tra Comune di Bagnoregio e la sezione locale della Croce Rossa, per monitorare dettagliatamente lo stato di salute delle rupe.

Ieri, mercoledì 19 dicembre, appunto le prime azioni di rilevamento. E’ stato eseguito un volo ravvicinato a pochi metri dalla parte esterna della rupe, per un rilevamento in tempo reale delle condizioni della parte tufacea che sostiene quello che è definito uno dei borghi più belli d’Italia.

Nelle prossime settimane verrà acquistato un apposito software per un controllo puntuale dei punti critici della rupe. Le operazione di rilevamento iniziali sono state effettuate dal gruppo droni della Croce Rossa di Bagnoregio e un geologo del Museo Geologico e delle Frane.

“Applicare l’innovazione tecnologia alla tutela del territorio e del patrimonio di Civita è un passo in avanti nel miglioramento della valorizzazione della bellezza che abbiamo avuto in dote. Prezioso il lavoro dei volontari della Croce Rossa che con passione si sono impegnati a mettersi a disposizione”. Le parole del sindaco Bigiotti.

Entusiasta il presidente della Croce Rossa Stefano Bizzarri: “Dobbiamo cogliere tutte le nuove occasioni che questi strumenti di nuova generazione sono in grado di rappresentare. Ringrazio il Comune di Bagnoregio per la lungimiranza e il sostegno di questo nuovo progetto”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email