BAGNOREGIO – Domenica 18 marzo si svolgerà la prima edizione della “Staffetta Podistica e Automotocavalcata” organizzata dalle Città e dalla Rete dei Musei Umbro-Laziali per festeggiare il Patto di Amicizia tra Bagnoregio ed Amelia che ospitano il Museo Taruffi e quello della Scuderia Traguardo, gemellati tra loro da più di un anno.

Una torcia simbolica verrà benedetta domenica 11 marzo nella Cattedrale di Amelia e consegnata agli atleti che domenica 18 prenderanno il via alle ore 9,00 scortati da auto e moto storiche di soci dei club organizzatori e, dopo avere toccato i centri di Lugnano in Teverina, Montecchio e Civitella del Lago che ospitano le altre strutture espositive facenti capo alla rete, arriveranno alle ore 15,30 a Bagnoregio dove sfileranno una rappresentanza del Corteo del Palio dei Colombi e si esibira’ il Gruppo degli Sbandieratori della Città di Amelia; una cerimonia nella Sala Consiliare del Comune suggellerà il Patto di Amicizia tra le due Città prima che la Torcia venga trasportata a Civita dove rimarrà custodita in Cattedrale fino allo svolgimento della seconda edizione della Staffetta in programma nel 2019.

Sei Musei e cinque Amministrazioni della Teverina umbro-laziale che uniscono i loro sforzi per un progetto che mira ad incrementare il numero dei visitatori attraverso una serie di iniziative che hanno avuto come legante l’ istituzione di un biglietto unico che permette la visita guidata delle strutture usufruendo di una cospicua riduzione del prezzo di acquisto; nel corso della manifestazione i direttori dei Musei presenteranno il sito internet dedicato ,il nuovo logo ed il materiale promozionale fresco di stampa.

Sono in programma una serie di iniziative molto importanti a cominciare dalla accoglienza della carovana della Mille Miglia che per la prima volta interesserà il versante umbro del Tevere tra Orvieto ed Amelia il 17 maggio prossimo ed il 18 con lo “storico” transito sul tratto viterbese della SS Cassia dove tra Montefiascone e Bolsena è collocato il monumento a Piero Taruffi, vincitore dell’ ultima edizione agonistica della gara nel 1957 e del quale ricorre il trentennale della morte, eretto proprio per iniziativa dell’ Associazione che porta il suo nome.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email