Prende il via domani da Bagnoregio la ventiquattresima edizione della Coppa Marchese del Grillo, manifestazione per auto storiche iscritta a calendario nazionale ASI con validità per il Trofeo Marco Polo; gli equipaggi iscritti sono circa sessantacinque e provengono da tutta Italia.

L’evento vuole, come ormai è tradizione, legarsi al territorio che lo ospita e così il sabato sono in programma le visite di tre borghi molto caratteristici quali Civita, Celleno e Rocca Ripesena mentre domenica la manifestazione si concluderà a Montefiascone in Piazzale Urbano V dove, accolti da sbandieratori e figuranti del locale Corteo Storico, gli equipaggi in costume d’ epoca verranno presentati alla giuria tecnica ed al pubblico.

L’evento sarà nobilitato dalla presenza di moltissime personalità che verranno a portare il loro saluto alla Marchesa Maria Adelaide Capranica del Grillo ed a tutti i partecipanti: il presidente dell’ ASI Dottor Alberto Scuro, il Sindaco di Montefiascone Massimo Paolini e gli Assessori del Comune di Bagnoregio Elena Gentili e Sabrina Crosta che riceveranno da Gianfranco Costa,già Sindaco di Assisi e fondatore del Centro Internazionale della Pace, la Bandiera della Pace , simbolo di solidarietà e fratellanza. Ci sarà anche Alessandro Dimiziani, vice Sindaco del Comune di Lugnano in Teverina che per suggellare i vincoli di amicizia che legano le strutture ed i Comuni parte del Circuito Condito ad Arte, omaggerà i rappresentanti istituzionali di una piccola pianta di ulivo e dell’ adozione onoraria di una pianta della Collezione Mondiale degli Ulivi che già annovera tra i suoi membri Papa Francesco ed il Presidente Mattarella.

Presenti anche la pittrice Salentina Arianna Greco che insieme alla Marchesa del Grillo verrà insignita del titolo Di Cavaliere del Millennio per pace per il Millennio e la direttrice del Museo dell’Ovopinto di Civitella del Lago Barbara Bilancioni che, in rappresentanza dello Studio bibliografico di Sergio Trippini, donerà una preziosa stampa dello stato pontifico risalente al seicento.

Un grande evento, quindi, che si conferma ancora una volta come punto di riferimento per tutti gli appassionati del centro Italia attratti dalla formula goliardica della manifestazione e dal clima amichevole che la caratterizza; come sempre protagoniste assolute le auto: dalla OM 465 Corsa del 1916, alla sportiva Gilco degli anni cinquanta, alle prestigiose Lancia Aurelia, Flaminia e Fulvia.

Commenta con il tuo account Facebook