Lo scorso 29 luglio il Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale, Enzo
Moavero Milanesi, nel corso di un’ intervista concessa al quotidiano Avvenire ha testualmente affermato che: “La politica estera del governo ha un obiettivo prioritario e condiviso, portare gli occhi dell ‘Europa e del mondo sul Mediterraneo. Nell’ambito sia della Nato, sia dell’Ue, propugniamo una maggiore attenzione verso Sud.”, tenuto conto che: “… I partner dell’Est e del Nord hanno un’acuta sensibilità per certe iniziative russe, chiedono solidarietà: per esempio, di confermare le sanzioni a Mosca per le violazioni del diritto internazionale e dell’accordo di Minsk relativo all’Ucraina. Noi affermiamo che la medesima solidarietà, questi Paesi della Nato e dell’Ue, devono manifestarla verso le preoccupazioni degli Stati del Mediterraneo”.
Per tracciare compiutamente i motivi per i quali il Mediterraneo è per l’Italia una regione
fondamentale dal punto vista economico, culturale e sociale tanto da indurre l’attuale governo, riprendendo le parole del Ministro Moavero Milanesi, ad operare affinché gli occhi dell’Europa e del mondo siano rivolti verso il Mediterraneo, l’Associazione Nazionale Marinai d’Italia – Gruppo di Ronciglione, ha ritenuto opportuno organizzare per venerdì 5 ottobre alle ore 10,30 presso la Sala Convegno della Banca di Credito Cooperativo di Ronciglione e Barbarano Romano un incontro pubblico dal titolo “L’Italia e il mare: aspetti economici, aspetti culturali e aspetti sociali”.

Sul tema si confronteranno: l’Amb. Luigi Guidobono Cavalchini, già Ambasciatore d’ Italia a
Parigi e già Rappresentante permanente d’Italia presso l’Unione europea e l’Amm. Giuseppe De Giorgi, già Capo di Stato Maggiore della Marina Militare. Coordinerà il dottor Costantino Moretti, analista internazionale.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email