La minoranza consiliare  Bassano di Tutti vuole ribadire che “L’Amministrazione Comunale in base alla Legge n. 1228 del 24/12/1954 ed al D.P.R. n. 223 del 30/05/1989, che riguarda l’Ordinamento delle Anagrafi della Popolazione ed il loro regolamento di applicazione, ha l’obbligo di provvedere alla revisione ed all’aggiornamento della numerazione civica, sia esterna che interna, sul territorio comunale. Quindi non è competenza del Consiglio comunale approvare questo progetto, bensì dello stesso Sindaco Romoli, che aveva preso questo impegno durante la campagna elettorale.

Il punto è che il sindaco aveva preso un impegno con i cittadini dicendo che avrebbe provveduto ad individuare con certezza via e numero civico. I mezzi di soccorso e di pubblica utilità (pronto soccorso – poste – corrieri ecc…) avrebbero  raggiunto  più velocemente e con precisione l’immobile ricercato. Purtroppo questo non si è verificato.

Questa minoranza chiede, pertanto, di completare l’impegno di rilevazione esterna ed interna delle abitazioni e di tutti i fabbricati presenti sul territorio comunale di Bassano in Teverina. Inoltre,  chiediamo  al Sindaco di riferire in Consiglio  Comunale come mai non si è provveduto al completamento dell’iniziativa avviata da tempo  e di comunicare, anche se in maniera approssimativa, la  scadenza entro la quale l’amministrazione comunale provvede all’intervento, così da informare anche i cittadini”.

I  consiglieri  di Minoranza -BASSANO DI TUTTI- “pretendono una risposta chiara, da parte del Sindaco, alle segnalazioni che vengono fatte, negli interessi dei cittadini  di  Bassano in Teverina”.