Bassano in Teverina si conferma “comune cardioprotetto”. Nella mattinata di oggi si sono infatti tenuti i corsi di aggiornamento per il rinnovo dell’abilitazione all’uso dei defibrillatori per i venti soccorritori bassanesi. 

I corsi di aggiornamento per l’utilizzo dei defibrillatori sono iniziati lo scorso sabato e sono continuati poi questa mattina. Uno degli obiettivi dell’amministrazione comunale, in questi anni, è stato infatti quello di proteggere il paese dal punto di vista cardiologico e di creare una sorta di piccolo presidio sanitario, fatto di cittadini comuni, da mobilitare in caso di emergenza.  

Questo ha portato quindi prima all’installazione di sette defibrillatori dislocati nei punti più strategici del paese e nei pressi dei centri sportivi. Successivamente un gruppo di 20 cittadini bassanesi è stato addestrato all’utilizzo dei defibrillatori così da disporre sul territorio di esperti da poter immediatamente allertare qualora ce ne fosse bisogno. I soccorritori bassanesi devono poi rinnovare il loro brevetto ogni due anni. 

“Quella di oggi è una giornata bellissima – ha affermato il Vicesindaco con delega alla sanità Romolo Villa -, perché è un esempio di responsabilità civica e di solidarietà. Un ringraziamento speciale va dunque ai soccorritori di Bassano in Teverina, che mettono a disposizione della comunità le loro abilità e competenze, e agli istruttori Natalina Claudiani e Riccardo Arseni”. 

“Ciò che trasforma un paese in una comunità coesa – ha aggiunto il vicesindaco – sono proprio questi esempi quotidiani di disponibilità e apertura verso il prossimo. Che in nessun modo qui da noi, in caso di emergenza, verrà mai abbandonato”. 

Articolo precedenteCarabinieri forestale trovano 4 lavoratori stranieri non in regola con il permesso
Articolo successivoIl 21 marzo cominciano gli eventi per il compleanno di Legambiente Lago di Vico