La presidentessa del consiglio comunale Pompili: “La cultura è fondamentale per promuovere la sostenibilità ambientale”

È stata una mattina all’aria aperta e in mezzo alla natura, quella che hanno trascorso ieri i bambini della scuola Dante Alighieri di Bassano in Teverina. I piccoli hanno infatti celebrato la Festa dell’Albero 2021.

L’evento si è svolto presso la chiesa della Madonna della Quercia, circondata da un’ampia area verde proprio alle porte del paese. Un luogo caro a tutta la comunità bassanese, che spesso si riunisce qui per manifestazioni religiose e civili.

Presenti alla Festa dell’Albero 2021 anche il sindaco Alessandro Romoli, il presidente del consiglio comunale con delega alla pubblica istruzione Samantha Pompili, i dipendenti comunali di Bassano in Teverina, una rappresentanza della Protezione Civile, la Polizia Locale e i Carabinieri Forestali.

Aiutati dai dipendenti comunali, i bambini della scuola Dante Alighieri hanno partecipato alla Festa dell’Albero piantando due nuove querce. Che cresceranno insieme a loro. Si è trattata dunque di una giornata di divertimento per i piccini, organizzata con l’obiettivo di educarli al rispetto della natura e dell’ambiente. E per far comprendere loro l’importanza e il valore degli alberi nella lotta ai cambiamenti climatici.

“È stata una bella giornata all’insegna della natura e della sua preservazione – ha commentato il presidente del consiglio comunale Samantha Pompili -. La cultura è fondamentale per promuovere la sostenibilità ambientale e la giornata di oggi va proprio in questa direzione: educare i bambini a rendere il mondo più pulito di come, purtroppo, lo hanno trovato”.

La Festa dell’Albero 2021 a Bassano in Teverina si inserisce a pieno titolo all’interno di una serie di manifestazioni volte a promuovere il rispetto e la sostenibilità ambientale che stanno avendo luogo nel paese. A giugno, per esempio, si è tenuta una lezione “speciale” durante la quale i bambini della scuola hanno imparato a ricavare il sughero dalle piante.