Milo Maggini

Milo Maggini gestore del supermercato Tigre Amico spiega come stanno affrontando l’emergenza legata al Coronavirus

 

“Ecco come combattiamo il Covid-19”. Milo Maggini del supermercato Tigre Amico spiega come stanno affrontando l’emergenza legata al Coronavirus.

 

“Siamo tutti in quarantena – spiega Maggini -, da quando il governo ha deciso di chiudere quasi tutte le attività. Stiamo sperimentando una reclusione che neanche durante la guerra. Ci siamo dovuti adattare velocemente a non godere più di tutti quei privilegi che la nostra società ci offriva. Siamo come tornati indietro nel tempo: via tutto il superfluo, necessità di soddisfare i bisogni primari, mangiare e sopravvivere.

 

Ecco che in momenti come questo diventa essenziale che la filiera alimentare mantenga un grado di efficienza tale da permettere l’approvvigionamento dei supermercati. Il Coronavirus ha evidenziato l’importanza nei piccoli centri come può essere Bassano Romano, di un tessuto commerciale adeguato. Noi del supermercato Tigre Amico, abbiamo sin da subito, seguendo le linee guida dell’azienda, adottato ogni misura per garantire la maggiore sicurezza di tutti i clienti ed operatori. Abbiamo attivato sistemi igienizzanti che saranno ulteriormente implementati, come dispenser per igienizzare le mani, abbiamo formato il personale, abbiamo delimitato gli spazi all’interno del supermercato per rispettare le distanze di sicurezza, il negozio è aperto dal lunedì al sabato dalle 08,30 alle 19,00 come da disposizione regionale. Abbiamo deciso di chiudere la domenica fino a nuove disposizioni per consentire ai nostri dipendenti d riposare adeguatamente. Le merci saranno sempre disponibili. Offriamo un servizio a domicilio per aiutare gli anziani e le persone in difficoltà. Noi ce la mettiamo tutta. Consigliamo ai clienti, per aiutarci e garantire un servizio efficiente, di fare la spesa una o due volte la settimana. Venire da soli, avere la pazienza di aspettare il proprio turno, disinfettare le mani all’ingresso tramite gli appositi dispenser, usare se in dotazione guanti e mascherina. Cercare di avere una lista della spesa: questo può fare risparmiare tempo e consentire lo smaltimento delle file. Ma soprattutto mantenere le distanze di sicurezza. Insieme possiamo farcela. Colgo l’occasione per un plauso ai nostri dipendenti, ma penso a tutti gli addetti dei supermercati, che benché corrano dei rischi nello stare così a contatto con il pubblico, stanno facendo il massimo per offrire il miglior servizio”.