Il 33enne tifoso del Pisa calcio sarà il 17esimo testimonial del progetto ideato e fondato da Alfredo Boldorini, consigliere comunale di Bassano Romano (VT)

 

Francesco Michelotti entra in SuperAbile. Il 33enne pisano sarà il 17esimo testimonial del progetto ideato e fondato da Alfredo Boldorini, consigliere comunale di Bassano Romano (VT). Francesco, presentato da Chantal Pistelli McClelland – referente del progetto a Pisa – in verità si è già cimentato nelle scuole del capoluogo. Il 16 aprile scorso, accompagnato proprio da Chantal e da Alessandro Lelli di Anmic Pisa, nell’ambito del bando di concorso “La Forza è dentro di te”, era infatti nelle aule del Liceo Artistico Franco Russoli a raccontare la sua splendida storia fatta di forza e di voglia di vivere al di là di ciò che ognuno di noi può vedere.

Un pò come la sua associazione “Vai Oltre a ciò che vedi” di cui ne fa parte e che mira ad andare “oltre le apparenze – dice Francesco – oltre i pregiudizi, oltre le stampelle, oltre la carrozzina. Al di là del mezzo meccanico o delle protesi c’è un essere umano”.

Tifosissimo del Pisa calcio, amante della musica “porto le mie cuffiette ovunque”, Francesco Michelotti si è detto entusiasta di entrare a far parte della grande famiglia di SuperAbile.

Ringrazio Chantal e Alfredo – ha detto – per la proposta. Mi fa molto piacere essere testimonial di questo bellissimo progetto che da un lato incontra il nostro favore, il favore delle persone con handicap e dall’altro offre un valido ausilio agli studenti: le nostre storie possono servire da sprono per i ragazzi, possono capire che oltre le apparenze c’è dell’altro”.

Ringrazio Francesco Michelotti – ha affermato Alfredo Boldorini – per essersi unito a noi. La sua presenza si onora. Come annunciato già a novembre credo che a Pisa ci siano le condizioni – anche grazie alle istituzioni sempre presenti e disponibili – per fare un lavoro egregio a tutto vantaggio del territorio. Di questo ringrazio Chantal Pistelli McClelland, nostra referente, per la costante opera di crescita sia del progetto che di attenzione verso i valori dell’inclusione”.

 

Commenta con il tuo account Facebook