BASSANO ROMANO – “E’ andato in scena mercoledì 1 marzo “Lo sport come antidoto contro il bullismo”. L’iniziativa, nata da un’idea di Alfredo Boldorini, con il prezioso apporto di Daniele Montecolle, ha riscosso un grande successo coinvolgendo anche altri soggetti istituzionali. Inizialmente, anche grazie alla collaborazione attivata, tempo, fa dallo stesso consigliere comunale presso il Centro sportivo dell’Aeronautica militare di Vigna di Valle, era stata studiata come evento singolo a se stante ma poi, su invito del team antibullismo, coordinato dagli psicologi Mariano Moroni e Anna Sambuci, si è inteso, al fine di dare ai ragazzi un servizio ancora migliore, allargare la platea. Ed il risultato è stato del tutto gratificante.

Testimonial d’eccezione è stata Elisa Blanchi che ha ripercorso la sua splendida carriere sportiva con un occhio al tema di oggi. La pluricampionessa mondiale, dal 2007 in forza al centro sportivo A.M. di Vigna di Valle vanta un curriculum del tutto eccezionale: 1 argento alle Olimpiadi di Atene 2004, 2 argenti e 1 bronzo agli Europei di Mosca 2006, 3 argenti ai campionati mondiali di Patrasso nel 2007. Ai campionati europei di Torino 2008 ottiene il titolo di campionessa europea. Alle ultime Olimpiadi di Pechino 2008 ottiene il quarto posto. Bronzo a Londra 2012. Complessivamente con la sua squadra ottiene qualcosa come 100 medaglie nelle gare internazionali.

La Blanchi, completamente a suo agio, ha intrattenuto tutti i ragazzi del “Luigi Pellegrini”, raccontando loro aneddoti della sua splendida carriera, i suoi successi, i suoi trionfi internazionali, la vita quotidiana durante un’olimpiade o un mondiale, il rapporto privilegiato che aveva con le altre atlete ragazze del team. Elisa Blanchi ha parlato però anche degli enormi sforzi per raggiungere questi traguardi, dei sacrifici personali, dell’impegno in palestra, della sua particolare dedizione, delle privazioni in ambito privato, della perseveranza che il suo sport e soprattutto il livello incontrato le imponevano. La stessa ha parlato del rapporto con l’alimentazione: la dieta del tutto ferrea era funzionale al raggiungimento degli obiettivi personali e di squadra. Gli studenti, dal canto loro, molto interessati al racconto della ginnasta, le hanno rivolto anche molte domande, segno di partecipazione e condivisione del progetto. In ambedue le sedute la Blanchi ha mostrato loro la medaglia di bronzo conquistata a Londra 2012, sua ultima gara ufficiale. Alla fine la campionessa si è prestata anche al consueto rito degli autografi.

A fare gli onori di casa ed a portare il saluto del dirigente scolastico Franco Chericoni, la professoressa Caterina Manoni che ha moderato le due sedute, rese necessarie per consentire a tutti i ragazzi dell’istituto di partecipare. Presente anche l’assessore Zibellini che ha portato il saluto del comune sostenitore del progetto antibullismo.

“Non possiamo che confermare il nostro piacere – hanno detto Mariano Moroni e Anna Sambuci – per questo evento. Evento che è stato – aggiungono i due psicologi – estremamente significativo, particolarmente utile per i ragazzi che in questa fase della loro vita hanno bisogno di modelli di riferimento positivi, che veicolano valori importanti coma la tenacia, l’impegno, il non mollare mai, l’andare d’accordo nel team, i valori comuni, che inevitabilmente incarna lo sport. La Blanchi si è presentata in modo eccezionale ed ha incarnato al meglio questi valori, a discapito di quelli che quotidianamente ci offrono i mass media. La sua testimonianza ci aiuta a mettere al bando i disvalori come il denaro, la competitività sfrenata, le facili conquiste. Ci auguriamo che non sia un episodio isolato ma che sia un inizio di una serie di eventi in calendario anche il prossimo anno”.

“Mesi fa – afferma Alfredo Boldorini – avevamo preso l’impegno di portare le eccellenze dell’Aeronautica militare nelle scuole di Bassano Romano. E alla fine ci siamo riusciti. Ringrazio la Forza Armata per la sempre disponibilità mostrata, ringrazio il colonello Loiudice del V Reparto SMA, il comandante Sodano ed il maresciallo Daniele Montecolle del centro sportivo AM con cui avevamo iniziato questa preziosa collaborazione che evidentemente sta dando i suoi frutti, ringrazio il dirigente scolastico Franco Chericoni e la professoressa Caterina Manoni sempre pronta ad organizzare eventi qualitativi per i ragazzi. Un ringraziamento particolare va anche ai coordinatori del team antibullismo Mariano Moroni e Anna Sanbuci i quali ci hanno chiesto di inserire questo evento nell’ambito del loro progetto e questo ha consentito che l’evento avesse un grande riscontro in termini qualitativi e di seguito. Siamo molto soddisfatti che questa iniziativa abbia incontrato i favori di tutti, soprattutto per i nostri ragazzi che hanno potuto ascoltare dalla viva voce di Elisa la testimonianza positiva di un atleta del suo calibro in ottica antibullismo. In conclusione lasciatemi ringraziare Elisa Blanchi per aver accolto il nostro invito. La sua testimonianza molto preziosa è stata di grande aiuto per capire che solo con la dedizione si raggiungono obiettivi importanti. E’ stato davvero un onore conoscerla sia sotto il profilo sportivo che sotto quello umano. Il suo racconto ha impreziosito le coscienze dei nostri ragazzi e, consentitemelo, anche quelle di noi adulti”.

Alfredo Boldorini
Consigliere comunale Bassano Romano

Commenta con il tuo account Facebook