Il sindaco di Sutri – nella splendida cornice di Palazzo Doebbing – ha esaltato la resilienza e la forza di Lorenzo Costantini, Chiara Bordi e Marzia Viola

 

Vittorio Sgarbi elogia SuperAbile. Nella splendida cornice di Palazzo Doebbing, in un lungo ed appassionato intervento sulla disabilità e sull’inclusione, il sindaco di Sutri, in piedi, ha lodato la resilienza e la forza di Lorenzo Costantini, Chiara Bordi e Marzia Viola.

Arrivato in netto anticipo rispetto all’orario di inizio, con Chiara e Marzia imbottigliate nel traffico, l’ideatore del progetto, Alfredo Boldorini – nell’attesa – ha mostrato al primo cittadino dell’Antichissima Città sulla Cassia, una bozza di SuperAbile ed alcuni video dove, tra l’altro, si raccontava, in qualche modo, la storia che ha portato l’allora dodicenne Chiara Bordi dall’amputazione dell’arto sinistro, avvenuta in seguito all’incidente stradale del 5 luglio del 2013, al terzo posto a Miss Italia 2018.

Una grande lavoro a testa bassa, fatto di sacrifici, di rinunce, di sofferenze. Un percorso inimmaginabile la notte del 6 luglio, quando Chiara – in codice rosso – veniva trasportata in elicottero ai Gemelli. Nessuno – al tempo – si sarebbe aspettato un epilogo così.
Ed invece la caparbia e testarda 18enne Miss, figlia di Emanuela e Sebastiano, ha saputo rovesciarsi tutto alle spalle, non solo riprendendosi la quotidianità (come hanno fatto anche Lorenzo e Marzia), ma arrivando addirittura sul podio del concorso della patron Patrizia Mirigliani, rompendo gli schemi e veicolando importantissimi messaggi sia nello stivale che in giro per il mondo (vedi Cina e Tailandia).

Davanti ad un centinaio di persone giunte spontaneamente ad assistere ad un insolito incontro aperto al pubblico, Vittorio Sgarbi, in piedi, in un lungo e caloroso discorso ha elogiato la forza, il coraggio e la capacità di resistenza dei tre giovani viterbesi, ormai idoli provinciali, richiesti da moltissime istituti scolastici, soffermandosi anche sulla bontà del progetto SuperAbile “abile due volte e capace di superare gli ostacoli”.

Poi è stata la volta – finalmente – dei testimonial che hanno davvero emozionato la platea. Prima Lorenzo Costantini, quindi Chiara Bordi ed infine Marzia Viola hanno accompagnato i presenti in “un viaggio nelle emozioni dell’anima”.

Prima col racconto verbale quindi con la consueta visione di un video sulle rispettive storie personali prima, durante e post incidenti.

Al termine dell’incontro applausi, abbracci e foto di rito per il 27enne motivatore di Vetralla, la 18enne liceale di Tarquinia e la 39enne insegnante di Montalto di Castro.

“E’ stato un grande giorno per SuperAbile – ha commentato Alfredo Boldorini -. Ringraziamo il Comune di Sutri, l’assessore alle politiche scolastiche Giulia Cacchiarelli ed i presenti per essere stati con noi.
Consentitemi a nome del gruppo un ringraziamento speciale al professor Sgarbi che, non solo è stato presente e paziente con noi, ma ha esaltato in modo fantastico il progetto. Grazie ancora”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email