Con il suo incessante scorrere per millenni il torrente Biedano ha scavato delle gole tra pareti di tufo alte anche 60 metri frutto dell’erosione dell’acqua sui terreni vulcanici locali. All’epoca degli etruschi questa era la strada che collegava i due…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati

Articolo precedenteTuscania. Trekking urbano, lavanda e tramonto, nella Provenza della Tuscia
Articolo successivoMeteo, previsioni per domani 1 Luglio 2020