Parte da Viterbo il nuovo format video “Viaggio per l’Italia – Borghi e Campagne al tempo del Lockdown” trasmesso a partire da domani 26 febbraio da Repubblica Tv e dedicato alle bellezze del territorio italiano, alle eccellenze locali, all’enogastronomia e alla voglia di ripartire delle piccole imprese. Un progetto prodotto da Tità Stories&Links srl – da un’idea di Piergiorgio Scuteri, scritto con Novella Spanò – che ha ottenuto il patrocinio dei consumatori di Consumerismo No Profit, che sostengono l’importante iniziativa tesa non solo a rilanciare il turismo interno, ma a far conoscere ai cittadini le bellezze nascoste nei piccoli comuni del nostro paese e la buona cucina locale.

Tra le prime mete protagoniste di “Viaggio per l’Italia” ci sarà Blera, piccolo comune in provincia di Viterbo, dove sarà visitata l’azienda San Giovenale di Emanuele Pangrazi e saranno mostrate le bellezze del territorio e i prodotti enogastronomici tipici del luogo.

A bordo di un camper Arcangelo Dandini, chef de “L’Arcangelo” di Via Belli a Roma, attraverserà l’Italia per incontrare vecchi amici del settore enogastronomico, raccontarne la storia, i successi, le aspettative. Vengono fuori, così, delle piccole grandi storie di uomini immersi in territori preziosi, ricchi e soprattutto tanto amati e rispettati. Luoghi che conservano tutto il fascino dell’incorruttibilità, poco abitati, a ridosso di centri storici che nascondono spesso gioielli storico artistici, chiese, monumenti poco conosciuti – spiega Consumerismo – Il camper diventa un mezzo possibile, un “porto franco” con cui attraversare i paesi, senza alterare gli equilibri delicati stabiliti dalla pandemia, casa e cucina dove Dandini prepara le sue ricette, piatti semplici fatti di sapori locali e di tanto gusto.

“Abbiamo deciso di patrocinare questa iniziativa perché crediamo nella forza della cucina italiana e nella sua tradizione come strumento di protezione del consumatore. I prodotti al centro delle varie puntate del format sono di qualità sin dalla nascita per natura, senza la necessità di regolamentare o istituire sigle o protocolli. Produttori che amando la terra la proteggono e quindi questo avvantaggia sia i consumatori che il pianeta. Un progetto che aiuterà inoltre a rilanciare il turismo interno, in un momento molto delicato per il paese, per le piccole imprese del settore e per tutto l’indotto, che ha bisogno di iniziative come questa per sostenere la piccola economia locale” – commenta Luigi Gabriele, Presidente di Consumerismo.