La presidente del FLAG Lago di Bolsena Bruna Rossetti: “Abbiamo messo al centro il lago di Bolsena e il suo territorio con le eccellenze ittiche e agroalimentari”

“In un periodo difficile come questo era importante dare un segnale di fiducia al territorio e concludere il progetto “Piatti di Lago” con la realizzazione dell’ultima edizione dei cinque corsi previsti”. Lo afferma la presidente del FLAG Lago di Bolsena Bruna Rossetti. “Un progetto – prosegue – che ha voluto porre l’attenzione sulla valorizzare delle eccellenze ittiche e del meglio delle produzioni agroalimentari del territorio del lago di Bolsena”. Chiuso il 7 dicembre, con l’ultima lezione, il ciclo di corsi dedicato alla cucina e alla promozione di prodotti ittici tradizionali ha coinvolto ristoratori, imprenditori turistici e studenti diplomati delle scuole alberghiere in un momento di crescita professionale, attraverso un percorso curato dalla dietista dottoressa Sara Carnevale e dagli chef Salvo Cravero e Eugenio Moschiano.
“Tra lezioni in presenza, formazione a distanza e laboratori di cucina, il progetto “Piatti di lago” – afferma la presidente Rossetti – ha perseguito e raggiunto l’obiettivo di valorizzare i settori economici che rappresentano meglio di ogni altro il nostro territorio: agroalimentare e turismo, capaci di creare sviluppo e occupazione. Per questo, nelle cinque edizioni del corso, abbiamo fatto conoscere la cucina legata al pescato del lago di Bolsena e alla filiera agricola, per esaltarne le caratteristiche intrinseche e rispondere alle esigenze di turisti sempre più attenti ai territori, ai prodotti e alla capacità di accogliere raccontando storia e tradizioni di un luogo».
Grandi la partecipazione e l’apprezzamento per i corsi, durante i quali sono stati approfonditi anche gli importanti temi dell’ospitalità. Dall’analisi del turismo locale alla creazione di un’offerta turistica sempre più personalizzata che unisca i vari attori del territorio e che sia promossa e comunicata a una platea più ampia possibile. “Il tutto guardando al 2021 e al superamento dell’emergenza – conclude la presidente del FLAG Lago di Bolsena -, con una ripresa del settore turistico e un ritorno, sebbene lento e graduale, alla normalità”.