Come avvenuto lo scorso anno, causa pandemia, siamo costretti ad annunciare che le festività di Santa Cristina del 2021 saranno ridimensionate rispetto alla nostra storica tradizione.
Il Covid-19 si è attenuato, la campagna vaccinale procede bene, ma non possiamo correre il rischio di innescare un focolaio che ci porterebbe ad una crisi economica nel bel mezzo dell’estate.
Per questo abbiamo deciso, in accordo con l’Associazione “Antichissima Rappresentazione Misteri Santa Cristina”, di non organizzare i fuochi artificiali sul lago, né i misteri di Santa Cristina, ma di concentrarci su iniziative di carattere culturale e storico, che presto presenteremo.
Si terranno, invece, le celebrazioni religiose come di consueto, in ottemperanza alle misure anti-Covid.
È stata una scelta dolorosa, ma siamo convinti sia la migliore per garantire la salute dei cittadini, e non mettere rischio la stagione estiva, fondamentale per la sopravvivenza delle attività commerciali.
L’amministrazione comunale di Bolsena
Articolo precedenteTrekking sotto le stelle a Monte Romano tra letture dantesche e osservazione astronomica
Articolo successivoCoronavirus, ASL Viterbo: ‘Nessun caso di positività accertato nella giornata di oggi’