«Come è ormai prassi, – comunica il Gruppo consiliare opposizione Unione di Forze in Comune per Bolsena – il Sindaco Equitani quando è in difficoltà su tutti i più importanti “dossier” (opere pubbliche, disservizi acqua, tasse) cerca di distogliere l’attenzione cercando di alzare un polverone sulla vicenda Cobalb.


Accade anche oggi visto che il Sindaco denuncia oscure problematiche nell’appalto Cobalb da due milioni di euro relativo agli interventi di rinnovamento finanziati dalla Regione Lazio.

Per riassumere, la vicenda Cobalb – al netto delle generiche accuse di Equitani – è stata oggetto di un importante intervento della Regione Lazio che – pur con lievi ritardi – sta provvedendo alla prima vera opera di risanamento dell’anello di depurazione da venti anni a questa parte.

Il Sindaco si lancia in accuse vaghe mentre dovrebbe farsi un esame di coscienza su quanto fatto negli ultimi venti anni dal Comune di Bolsena, azionista Cobalb, visto che tutte le giunte che si sono succedute dal 1999 sono state da lui guidate o comunque hanno visto la sua presenza in ruoli rilevanti.

Peraltro le accuse sono ancor più curiose se solo si pensi alla gestione totalmente disastrosa degli appalti pubblici negli ultimi 20 anni a Bolsena, con i lavori di Piazza Nassiriya che hanno comportato un esborso nettamente superiore al previsto tra interventi successivi e causa persa; per non parlare della piscina dove centinaia di migliaia di euro sono stati sprecati per costruire una cattedrale nel deserto ad oggi incompiuta».

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email