Sabato 25 febbraio, alle 17, a Bolsena, alla sala multimediale dell’ufficio turistico, in piazza Matteotti

Un testo che celebra la bellezza della natura e del paesaggio e il patrimonio storico e artistico, senza essere una guida turistica ma godibile racconto di escursioni nei meravigliosi luoghi del più grande lago vulcanico d’Europa. Nel libro “Il lago di Bolsena”, edito da Davide Ghaleb Editore, che sarà presentato il 25 febbraio, alle 17, alla sala multimediale dell’ufficio turistico, in piazza Matteotti, nell’ambito del ciclo di incontri letterari “Rosa, Rosae…  Declinare al femminile” patrocinato dal Comune di Bolsena, dalla Pro loco Bolsena e dal Centro Sviluppo Bolsena e il Lago, c’è tutto l’amore dell’autrice Daniela Proietti per una delle zone a maggiore vocazione turistica del Viterbese.

Il volume è un invito, attraverso la lettura, a camminare idealmente e fisicamente sulle rive del lago che hanno ospitato dimore a partire dal Neolitico e visto i fieri popoli dell’antichità, fino ad arrivare ai giorni d’oggi.

“Dopo il successo di pubblico della presentazione del libro “Itinerari Farnesiani in Tuscia, proponiamo un volume che rende nuovamente omaggio alla bellezza del nostro territorio, un bene da conservare, tutelare e valorizzare– sottolineano dall’ufficio turistico comunale di Bolsena -. “Il lago di Bolsena” è il primo dei sette testi previsti per la collana “In terre di Tuscia”, che saranno tutti scritti da Daniela Proietti per Davide Ghaleb Editore. L’incontro, a ingresso libero, sarà moderato dalla guida turistica Maria Pace Guidotti”. Nell’ambito della rassegna “Rosa, Rosae… Declinare al femminile” prosegue fino al 26 febbraio (ingresso libero) nella sala multimediale la mostra intitolata “Sguardo sulla Tuscia” del pittore Antonio Lolli, che espone tele realizzate in modo estremamente realistico da sembrare fotografie, frutto di un attento studio dei paesaggi e delle cromie, per esprimere emozioni e sensazioni attraverso l’osservazione della natura.

Articolo precedenteIl Lions Club di Viterbo dona un defibrillatore al Centro Geriatrico Giovanni XXIII
Articolo successivoMarathon dell’Est! Est!! Est!!! a Montefiascone l’11 giugno, varrà anche quale campionato regionale della specialità