BOLSENA – Si è conclusa ieri a Bolsena con la presentazione degli equipaggi in costume d’epoca la ventitreesima edizione della Coppa Marchese del Grillo che ha avuto un successo superiore alle aspettative: oltre sessanta splendide vetture d’epoca provenienti da tutta Italia hanno dato vita a questa due giorni a base di cultura, turismo, enogastronomia e goliardia.

Protagoniste assolute le auto, tra le quali ricordiamo la Fiat Tipo 1 del 1906, la Cisitalia berlinetta del 1952, la Fiat 508 Coppa d’ Oro del 1934, una Maserati Merak, la Lancia Aurelia B 24 del 1957, la Citroen Traction Avant del 1956 e molte altre. Un percorso molto interessante ha preso il via dal Museo Taruffi a Bagnoregio per raggiungere il Castello di Salviano e, quindi, il borgo di Civitella del Lago, affacciato sul lago di Corbara, con visita al Museo dell’ Ovopinto ed alla Mostra di Stampe d’ Epoca di Sergio Trippini; dopo il pernottamento ad Orvieto la carovana ha raggiunto domenica mattina la città di Bolsena dove, in piazza Matteotti, c’è stata la presentazione applauditissima degli equipaggi alla Giuria Tecnica ed al numeroso e festante pubblico.

Il Trofeo in argento realizzato dalla storica argenteria fiorentina Brandimarte è stato assegnato ad Antonino Luca e Signora provenienti da Cecina alla guida della Fiat tipo 1 che indossavano abiti in perfetto abbinamento all’ età della vettura; il Trofeo dedicato al pilota viterbese Massimo Natili,scomparso proprio in questi giorni un anno fa, è andato all’equipaggio di giovani di Riccardo Alberti di Roma su Lancia Fulvia coupè; altri premiati con splendidi vasi in ceramica artistica realizzati da Sara Arcangeli del Melograno Bianco di Bagnoregio: Mauro Trapè e Mauro Niccolai di Montefiascone nei simpatici panni di bagnanti anni sessanta a bordo di Fiat 600, un esilarante Ugo Fantozzi e Signora rigorosamente su Bianchina ( Annibale ed Ilde Valeri, soci del club organizzatore) , molti riconoscimenti agli equipaggi provenienti da Torino: Michele e Grazia Zappia su Fiat 1100 e Mario Ghirardo in tema hippy anni settanta; da Firenze, infine, i coniugi Larturo su Triumph.

Molto nutrita anche la presenza istituzionale all’evento a partire dal Sindaco di Bagnoregio, Francesco Bigiotti, presente al vernissage della mostra dell’ artista argentino Rafael Varela al Museo Taruffi ed alla partenza delle auto; a Civitella del Lago era presente il Sindaco di Baschi Anacleto Bernardini mentre a Bolsena il saluto è stato dato dall’ Assessore al Turismo, Andrea Di Sorte; per l’ ASI erano presenti il Consigliere Federale Fabrizio Consoli, il Presidente della Commissione Esteri Claudio Dal Savio ed i Delegati Daniela Mauro e Maurizio Cucciolla.

A fine manifestazione il Presidente dell’ Associazione Storico Culturale Piero Taruffi, Fabrizio Verzaro, ha espresso la sua grande soddisfazione per la perfetta riuscita dell’ evento che arricchisce ancora di più il quadro delle celebrazioni per il trentennale di fondazione e che conferma la grande dinamicità del circolo di Bagnoregio che già domenica 23 aderirà, insieme al Museo gemellato della Scuderia Traguardo di Amelia, alla “Giornata Nazionale del Veicolo Storico” voluta da ASI su tutto il territorio nazionale con un open-day comune ed una mostra di Fiat 500 a cura del Fiat 500 Club Italia – Coordinamento di Nepi.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email