BOLSENA – “Un successo a lungo sperato e meritatamente arrivato quello ottenuto dal primo appuntamento del “PRESEPE VIVENTE DI BOLSENA”. Un Santo Stefano indubbiamente impegnativo quello che è stato trascorso dai ragazzi dell’”Associazione Corte dei Miracoli”, ma sicuramente un giorno ricco di soddisfazioni.

Nonostante il maltempo dietro l’angolo, infatti, ed uno scroscio di pioggia passeggera pochi minuti prima dell’apertura, elevatissimo è stato l’afflusso di pubblico sul set della natività bolsenese. Circa 1000 i visitatori accorsi da tutta la provincia e dalle regioni limitrofe.

Un evento, il PRESEPE VIVENTE DI BOLSENA, che si è ormai affermato tra le principali attrazioni natalizie della Tuscia. Circa 200 partecipanti in costume distribuiti su 15 scene ricostruite in vicoli, cantine e stradine del Quartiere Castello. Un percorso straordinariamente realistico che immerge il visitatore nell’atmosfera del tempo. Una macchina organizzativa che viene ampliata e perfezionata ogni anno: elettricisti, tecnici audio, artigiani locali e lavoratori di forza che volontariamente si impegnano, già nei giorni precedenti all’evento, nell’organizzazione del giusto contesto storico. Arboricoltori e coltivatori che mettono a disposizione non solo materiale florovivaistico ma anche i loro animali: dai più impegnativi come i cavalli e gli asini ai più domestici come le galline ed i conigli. E poi imprenditori locali che con grande gentilezza offrono le loro materie prime per la buona riuscita del percorso enogastronomico. Tante le piccole aree di assaggio che si possono trovare lungo il tragitto: dalla degustazione del caglio appena fatto ai formaggi, dalle salsicce sulle brace alle bruschette, dal vin brulè alle caldarroste, dalle salsette alla tipica zuppa di lago nota come “sbroscia”. Di rilevanza anche la presenza delle truccatrici e simulatrici della Croce Rossa Italiana, capaci di dare la giusta realisticità a personaggi come i lebbrosi.

Tante le scene di vita quotidiana riprodotte, gli antichi mestieri (come l’antico cestinaio che intreccia sarcine ed espone i suoi manufatti, il fabbro, il falegname, i venditori di stoffa e le filatrici di lana) ricontestualizzati nelle vecchie cantine e poi l’accampamento dei soldati romani, la parte araba, il censimento e, ovviamente, la dolcissima Natività (con un bambini nato nell’anno). Musiche filodiffuse, artisti itineranti e sullo sfondo la magica cornice della Rocca Monaldeschi che, imponente, quest’anno per l’occasione ospita una luminosa Stella Cometa di ben 7 metri rifinita da un totale di 32 metri di filo di led.

L’appuntamento imperdibile con il PRESEPE VIVENTE DI BOLSENA è per il 6 GENNAIO 2018 ALLE ORE 17.30 con l’”ARRIVO DEI RE MAGI”. Per l’occasione saranno presenti non soltanto le Lavandaie della Tuscia e Giuseppe, lo zampognaro più piccolo d’Italia, ma anche la “Legio III Gallica” ed il suo equipaggiamento. Ricordiamo a tutti che l’ingresso è ad offerta. Seguite la Stella Cometa…essa vi guiderà a Bolsena…e non ve ne pentirete!”

Associazione “Corte dei Miracoli” – Bolsena

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email