Ponti di Civiltà – Da Canepina all'Europa

Oggi 2 Marzo 2020 alle ore 10 presso la sede della scuola media di Canepina si è tenuta la presentazione del progetto “Ponti di Civiltà – Da Canepina all’Europa”, destinato agli alunni delle classi quarta e quinta elementare e delle medie dell’Istituto Comprensivo Falcone e Borsellino. L’iniziativa, voluta e promossa dal Comune di Canepina, è resa possibile dal Programma per la concessione di contributi economici a sostegno di iniziative per la promozione delle politiche europee, della cittadinanza e dell’integrazione europea del Consiglio della Regione Lazio.

Il progetto, che si protrarrà fino alla metà di Aprile, prevede sia attività teoriche che pratiche e laboratoriali, allo scopo di sensibilizzare i giovani al concetto di cittadinanza attiva e contribuire alla costruzione di una comune identità europea. Diverse sono le discipline scolastiche chiamate in causa per la produzione di lavori significativi: arte e immagine, inglese, storia e geografia, musica, tecnologia. Nel corso dell’esperienza i bambini e ragazzi di Canepina saranno chiamati a cimentarsi in performance canore, nella creazione di pannelli creativi a tema Europa, nelle presentazioni dei paesi visitati nel corso dei Programmi Erasmus Plus 2018-2020 “ARTA – Artisans of Tales” e “IDEAL – Inclusive Didatics at European Applied Level”; infine, dovranno produrre un cortometraggio incentrato sulle tradizioni di Canepina, che verrà trasmesso a Cipro nell’ambito del progetto “WIVAS – Working for Innovative Volunteering And Solidarity” di prossima realizzazione e rappresenterà pertanto una preziosa occasione per dare visibilità al centro dei Cimini in un contesto internazionale.

L’obiettivo è quello di costruire un metaforico “ponte” che da Canepina porti i bambini e i ragazzi verso la grande Europa, contribuendo a creare la consapevolezza di far parte di una realtà molto più grande. Nel corso dell’iniziativa gli alunni avranno modo di approfondire la conoscenza dell’Unione Europea, la sua storia, le sue istituzioni, i diritti fondamentali dei cittadini; inoltre verrà posto l’accento sulle risorse culturali e paesaggistiche del nostro territorio, affinché la dimensione europea sia vista dai ragazzi in diretta continuità con la specificità della realtà locale: l’Europa non come forza omologatrice e accentratrice, ma come mosaico di culture differenti unite da un sentimento di cooperazione e solidarietà.

Questo il discorso del sindaco Aldo Maria Moneta, intervenuto oggi all’incontro: «Il progetto “Ponti di Civiltà” rappresenta per i nostri ragazzi una straordinaria opportunità di conoscere e approfondire quella che è la grande realtà dell’Europa. Questa iniziativa vuole affiancare l’istituzione più importante nella crescita dei giovani – la scuola – nel contribuire a formare i cittadini del domani. Mi auguro che i nostri ragazzi, che già hanno dimostrato in diverse occasioni la loro bravura e forza di volontà, lavorino con serietà e capiscano quanto sia importante sentirsi parte dell’Europa. Sono sicuro che ne uscirà una bella cosa. Tutto ciò sarà possibile grazie all’impegno dei docenti e alla collaborazione della società Ace20 di Orte, nelle persone di Angelo Ciocchetti e Sofia Barbanti. Auguro un buon lavoro a tutti».

Al termine delle attività ci sarà una giornata conclusiva per discutere e presentare al pubblico i risultati del progetto, ovvero quel che i ragazzi avranno prodotto e creato in questo percorso. Le attività saranno realizzate con la collaborazione della Pro Loco di Canepina e dell’agenzia Ace20 di Orte.