CANEPINA Canepina ha commemorato le vittime del bombardamento aereo che colpì il paese il 5 giugno 1944, causando 115 vittime. La cerimonia si è svolta all’interno della chiesa di Santa Maria Assunta, alla presenza dei familiari delle vittime e dei sopravvissuti all’episodio bellico, il parroco Don Gianni Carparelli ha officiato la messa, a cui ha fatto seguito la celebrazione civile.

Hanno partecipato, tra gli altri, il sindaco di Canepina Aldo Maria Moneta, il presidente del comitato dei familiari delle vittime Riccardo Poli, il consigliere regionale Enrico Panunzi e l’assessore regionale Alessandra Troncarelli.

“La data del 5 giugno – dichiara Moneta – è per noi carica di significato, è stato il giorno più triste della nostra storia, non solo recente. Come negli anni passati, una cerimonia commovente a cui hanno partecipato numerosi cittadini.

Sono queste le occasioni fondamentali per far sì che la memoria di ciò che è stato sia mantenuta viva soprattutto presso le nuove generazioni e che l’orrore della guerra non torni mai più. Ringrazio per lo sforzo organizzativo al comitato dei familiari delle vittime, che ogni anno prepara nei minimi dettagli questa ricorrenza, e al Comitato di Santa Corona per il supporto. Il 5 giugno non dovrà mai essere dimenticato a Canepina“.
Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email