CANINO – “Dieci, tra gli altri, i punti all’ordine del giorno contenenti tutte le deliberazioni propedeutiche all’approvazione dello strumento previsionale. In elenco il pacchetto della iuc, la tassazione locale, comprensiva di tari tasi e imu, il piano economico finanziario della tari ed i rispettivi indicatori economici.
Mentre rimangono ferme TASI ed IMU ,per effetto di una rimodulazione sulla base di standard qualitativi e quantitativi relativi all’anno 2013, come prevede la norma in vigore, subisce un lieve aumento, quasi impercettibile la TARI.

Tra le proposte, oggetto di approvazione, tutte le programmazioni relative alla determinazione del dup e relativo schema di approvazione del bilancio dell’ente.

La nota più evidente e positiva non è solo il rispetto di tutti i parametri indicati dalla normativa e che fanno di Canino un comune virtuoso da sempre,grazie al contributo professionale e competente delle risorse umane in organigramma, ma anche dell’ attenzione dedicata alla fiscalità locale che per questo nuovo anno blocca la previsione in aumento della tassazione comunale.

Nella scheda delle opere pubbliche di importo superiore a 100.000 eu approvata dal consiglio, di rilievo l’ampliamento del cimitero comunale mediante il project financing per 2.463.856 eu, il miglioramento della viabilità rurale delle strade vicinali in loc. Pian delle Pozze per 348.822 eu, l’ adeguamento ed ampliamento dell’ isola ecologica per un importo di 200.000,00 eu, il completamento ed il consolidamento della rupe nel centro storico per 2.000.000.00 di eu.

Un report di lavori che, grazie alla Regione Lazio sono degni di attenzione, inserite nelle diverse annualità di bilancio e di prossima realizzazione.

Ancora più significativa la risultanza dell’espressione di voto favorevole della maggioranza del consiglio comunale per quanto riguarda la previsione di bilancio che evidenzia l’applicazione di un avanzo residuo presunto dell ‘annualità 2017 liberando circa 52.162,53 eu di fondi vincolati applicandoli alla rispettiva destinazione: 7327,42 eu per spese residenza sanitaria assistita,184,72 risparmio sui costi del personale che sono di nuovo trasferiti nel fondo di competenza, 17868,71 eu per riqualificazione e manutenzione straordinaria della zona 167 edilizia economica e popolare, 17347,11 eu per recupero immobili con destinazione servizi sociali quali edificio Galli e 9460,57 eu per realizzazione interventi su tutela ambientale.

Pur con una assunzione di un architetto e nonostante i limiti di bilancio che non permettono ancora di integrare nei settori strategici il fabbisogno del personale interno alla struttura, l’amministrazione comunale è fiduciosa di poter dare risposte ai bisogni dei cittadini senza trascurare obiettivi e risultati per l’ente e la comunità”.

Lina Novelli

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email