“Chi ha scritto altro, nelle diverse forme, o non era ben informato o è poco professionale, al momento infatti non risulta nè sfratto esecutivo o atto di alienazione dell’immobile che ospita l’attuale caserma di Canino.

Una tematica affrontata da più amministrazioni comunali relativamente alla ipotesi da tempo ventilata per la possibilità di verifica di una logistica ed una sede più ampia ma che non ha trovato nel tempo il dovuto riscontro.

Anche nei diversi incontri tra le Istituzioni, – comunica Lina Novelli, Sindaco di Canino – l’amministrazione comunale, per sostenere le esigenze manifestate, ha fatto una verifica con i settori di competenza con la volontà di ricercare soluzioni alternative finalizzate in particolare ad accogliere, ove possibile, un numero maggiore di risorse umane”.

Ad oggi, le diverse ipotesi sono al vaglio sia della parte pubblica che di quella privata e la ricerca sarà posta all’attenzione in un nuovo incontro con le parti interessate la prossima settimana.

Nel contempo, la volontà di confronto con l’attuale proprietaria dell’immobile è stata manifestata ed annunciata dal sindaco per fare chiarezza sulle errate notizie circolate.

A seguito di un contatto telefonico è comunque certo che nessun pericolo esiste per l’attuale immobile.

Lina Novelli

Commenta con il tuo account Facebook