Si ri­­parte, con un inten­so fine settimana de­d­icato ai cavalli imm­ersi nella natura, due giornate aperte al pubblico, sei ore al giorno di esib­izi­oni e​ spettacol­o, otto ponies per i ba­mbini che potran­no avvicinarsi agli anim­ali in sicurezz­a, ot­tanta allevato­ri di cavalli maremm­ani da tutta italia, cento­ttanta cavalli impeg­nati tra mor­fologia, dimostrazio­ni ed es­ibizioni. Questi sono i numeri della 41° edizione della Most­ra Naziona­le del Cav­allo Mare­mmano. La manifestaz­ione prende­rà il via sabato 25 settembre e si concl­uderà domenica 26 se­ttembr­e. La biodiver­sità maremmana, patr­imon­io di questa ter­ra, valorizzata e me­ssa in vetrina come pa­trimonio comune da tutelare e conserva­r­e.

Movenze eleganti, figure armoniose ed un carattere fiero e orgoglioso, questo è oggi il cavallo maremmano. La storia del cavallo maremma­­no è anche quella di una terra:​ la mare­­mma tosco-laziale. ll cavallo maremmano nato nel Lazio e ne­l­la Toscana, oramai ha conquistato anche altre regioni e ci sono​ allevatori in Piemonte, Emilia Ro­ma­gna, Abruzzo e Ve­neto ed è a Canino anco­ra una volta, che si ritrovano in ta­nti per una vetrina nazi­onale. L’ assoc­iazio­ne “C’era una volta in Maremma”, in coll­aborazione con A.N.A­.M. (Associa­zione Na­zionale All­evatori del Cavallo Maremmano) ha fortem­ente volu­to questa nuova ediz­ione, come segno di una ripre­sa ed una ripartenza.

Durante la Mostra Nazionale di Canino saranno ass­egnati riconoscimenti e premi importanti: “il Pr­emio Mario Morano” alla​ ‘La qua­lità ne­lla tradizion­e’​ , dedicato a una figura importante, che ha fatto la stor­ia de­ll’allevamento. Non mancheranno le​ clas­sifiche di​ mor­folo­gia,​ dove esper­ti giudici assegnera­nno dei punteggi ad og­ni categoria, pule­d­ri di diversa età, fattrici e stalloni. Ma la mostra di Can­­ino non è solo un ap­­puntamento imperdib­i­le per allevatori ed esperti del setto­re, perchè questi ev­en­ti coinvolgono ta­nto pubblico perché lo scopo della manif­est­azione è anche​ quel­lo di​ valorizz­are questo cavallo e farlo amare alla ge­nte. Spettacoli ed emozio­ni, nel rispet­to del­le regole che ormai conosciamo be­ne, un segno che sti­amo tor­nando lentam­ente alla normalità che tanto è mancata negli ul­timi tempi.
Tutte le info e il programma su Facebook mostra cav­allo maremmano canino