Finanziati 2 Interventi a sostegno delle destinazioni turistiche del Lazio che coinvolgono Canino.

Il bando era destinato a valorizzare le eccellenze del territorio sotto il profilo culturale storico, artistico archeologico naturalistico, religioso enogastronomico e sportivo.
La proposta progettuale tematica, riferita ad una o più cluster, o territoriale riferita ad uno o più territori specifici erano insiti nelle richieste di finanziamento.

Destinatari le popolazioni individuate nelle aree elencate dal bando compresi eventuali fruitori dei beni e servizi culturali e i turisti inseriti in circuiti locali, nazionali ed internazionali, e il sistema produttivo locale per favorire la costituzione di reti d’impresa o cooperative di comunità.

Il Comune di Canino risulta inserito nella rete istituzionale per una richiesta ritenuta ammissibile di cui il capofila è il comune di Acquapendente con il progetto “la Francigena e le vie del gusto in Tuscia” per euro 140.000 valore complessivo finanziabile l’80% euro 112.000.

L’altra richiesta dell’associazione strada dell’olio dop Canino è relativa alla rete di cui il capofila è rappresentato da Vincenzo Peparello dal titolo ” Expo Tuscia” con un intervento di valore complessivo 230.813,00 euro finanziabile l’80% euro 184.640.00.
Le procedure prevedono che entro l’11 settembre i beneficiari dovranno costituirsi in associazione DMO “destination management organization” con l’intento di incrementare l’immagine delle aree,della cultura e delle tradizioni locali per posizionare i territori locali nei mercati al fine di potenziare la commercializzazione dei prodotti e servizi.

Articolo precedenteGli Etruschi e il Mare, ciclo di conferenze a Tarquinia con Lucio Fiorini
Articolo successivoLa Francigena e le Vie del Gusto in Tuscia, 21 Comuni uniti in un progetto di promozione del territorio