CAPRANICA – Domenica 7 gennaio alle ore 21.00, nell’ambito della prima edizione del Francigena Live Festival, al Teatro Francigena di Capranica si esibirà Massimo Pirone con il suo gruppo Swing Fat Machine: Massimo Pirone trombone e leader, Massimo Patella trumpet, Gabriele Colarossi alto sax, Adriano Piva ten sax, Gino Cardamone guitar, Flavia Ostini Contrabasso, Antonio Donatone drums, Loredana Marcone vocal.

Massimo Pirone dopo essersi diplomato al conservatorio Piccinni di Bari inizia la sua attività musicale suonando in televisione per le maggiori trasmissioni sui canali Rai e Mediaset.

In campo teatrale lavora da piu’ di 20 anni con Gigi Proietti per tutte le tournee teatrali ed apparizioni tv ecc.

Ha preso parte a tournee teatrali quali: Un americano a Parigi con R. Paganini e R. Casale, Arcobaleno con L. Banfi ecc.

In studio registra dal 1987 per quasi tutti i film di E. Morricone, L. Bacaloff, N. Piovani films tra i quali La Vita e Bella e molti altri.

Per cantanti quali: R. Zero, O.Vanoni, U. Bindi, G. Gaber,N.Nicolai, M. Gazze, A. Venditti,J. Dorelli, S. Cammariere, C. Desica,Mina ecc.

In campo jazzistico collabora con musicisti italiani quali: E. Pierannunzi, R. Gatto con il quale incide Rugantino,G. Mirabassi, P. Fresu, E. Rava,R. Fassi, R. Giuliani con il quale incide un disco per l’espresso,S. Dibattista,R.Rossi,Cafiso,M. Rosa,A.Corvini, O. Valdambrini, Franco e Dino Piana con i quali incide 2 cds,M. Giammarco, M.Raja,P. Tonolo con il quale incide il cd Lunapark,D. Rea,F. Bosso,B.e G.Tommaso, F.Morgera,F.Santucci con il quale incide un cd,J. Girotto,e molti altri

Collabora con jazzisti americani quali: Quincy Jones per MTV music, Natalie Cole, Harold Jones, Alan Broadbent, Bill Watrous ecc. Prende parte a numerosi jazz festivals.

Attualmente fa parte della PMJO (Parco della musica Jazz orchestra)ed e’ alla guida del suo quartetto con il quale a registrato un cd con Mark Nightingale”Sold Out”. Teatro Francigena, Largo Ripoll, Capranica. Ingresso libero fino a esaurimento posti.

Francesco Berni

Commenta con il tuo account Facebook