Siete una motivazione per i giovani di adesso”. Arrivano copiosi e significativi i feedback degli studenti dell’Istituto comprensivo “Galileo Nicolini” dopo la 35esima uscita di SuperAbile.

Il progetto ideato e fondato da Alfredo Boldorini, consigliere comunale di Bassano Romano, con il supporto di Alessandra Mosci e Fortunata Scarponi, ha fatto visita lunedì nelle scuole di Capranica, suscitando successo, ammirazione e – a giudicare dai resoconti finali – un grande impatto emotivo.

Sul palco dello splendido teatro TEF, messo gentilmente a disposizione dal Comune, con in prima fila l’attivissimo vice sindaco Katia Taste – peraltro grande estimatore del progetto – il veterano Lorenzo Costantini (35 uscite su 35), la bellissima Anna Fusco, alla sua seconda apparizione dopo quella del Liceo “Vitruvio Pollione” di Avezzano e, la new entry nel gruppo, Maurizio Kimba, 34enne di Caprarola – tra l’altro – 11esimo referente del format, nato a Bassano Romano nel 2017 e che ha già coinvolto 4860 studenti, percorso 3600 km, somministrato più di 140 ore di lezioni in classe, incassato 46 patrocini di istituzioni pubbliche, private, sportive e studentesche.

Sul fronte dei lavori – grazie ad coordinamento preventivo e mirato tra SuperAbile, il dirigente scolastico Stefania Zega ed i docenti Roberta Aniello, Francesca Fiorentini, Pamela Mezzasalma, Barbara Santini, Anna Paravani e Valeria Salvati – sorprendenti i primi risultati provenienti dalle penne, ma soprattutto dall’animo, dei ragazzi.

“Mi avete fatto capire – scrive un’altra alunna, rivolta ai tre testimonial – il vero senso della vita”.
Ed ancora un altro: “Mi hai spiegato – rivolto a Lorenzo Costantini – molte che cose che mi serviranno per il mio futuro”.
“Io avevo dei dubbi sul mio percorso ma grazie a te me li hai sgomberati. Grazie Lorenzo”.
“Mi ha colpito la tua storia: sei una fonte di ispirazione” messaggio sempre per il 27enne di Vetralla.
“Vai avanti per il piede giusto…”, qualcun altro ha ironizzato, incontrando il favore di Lorenzo, sulla situazione.
Non sono mancati commenti anche all’indirizzo di Anna Fusco e Maurizio Kimba protagonisti delle rispettive storie personali.

Letteralmente sorpresi della forza del progetto anche gli stessi docenti che non solo si sono detti “colpiti ed affascinati da questa idea progettuale del tutto inconsueta ed originale” ma hanno voluto rappresentare la loro soddisfazione.
“ Caro Lorenzo – ha scritto un’insegnante dell’istituto di Via Madre Teresa di Calcutta – voglio ringraziarti dal profondo del cuore per la bellissima esperienza ed il grande esempio di forza che avete regalato a noi e a nostri ragazzi. Ritornati in classe, dopo, non si parlava d’altro. Ed è una cosa rara, credimi, vedere i ragazzi così colpiti e presi. Avete fatto davvero centro. Grazie ancora”.

“Siamo davvero onorati – ha detto Alfredo Boldorini – che la nostra proposta sia piaciuta. Anche a Capranica, SuperAbile ha stretto una validissima collaborazione tra Amministrazione comunale ed istituto comprensivo offrendo agli studenti un progetto che eleva da un lato l’offerta formativa generale e dall’altro li fa crescere come uomini, insegnando uno spaccato – anzi tre – lezioni di vita. I commenti post evento dei ragazzi sono del tutto evidenti”.

Commenta con il tuo account Facebook