CARBOGNANO – Il sindaco di Carbognano interviene sulle disposizioni per l’uso e la detenzione dei prodotti fitosanitari nell’ambito del territorio comunale per la tutela dell’ambiente, della salute pubblica e delle acque superficiali e sotterranee destinate al consumo umano, in attuazione della direttiva 2009/1281CE ai fini dell’utilizzo sostenibile dei pesticidi DECRETO LEGISLATIVO 14/08/2012, N.150.

Il sindaco con specifica ordinanza vieta qualsiasi forma di trattamento ad una distanza inferiore ai 200 metri di raggio rispetto al punto di captazione o di derivazione delle acque superficiali e sotterranee destinate al consumo umano erogate a terzi mediante impianto di acquedotto che riveste carattere di pubblico interesse.

Ordina di adottare tutte le cautele possibili per la tutela delle risorse idriche sotterranee anche se non destinate ad uso potabile e vieta trattamenti ad una distanza inferiore ai 10 metri da fonti o sorgenti private sia ad uso agricolo che ad uso potabile.

I trattamenti devono avere inizio tassativamente alle ore 5:00 del mattino e terminare entro le ore 21:00 ma possono essere effettuate solo seguendo le istruzioni ricordate nell’ordinanza.

Per i trasgressori, fatto salvo che tale comportamento costituisca reato, la violazione e il mancato rispetto di quanto previsto è punito con sanzione amministrativa pecuniaria di un minimo di € 400 ad un massimo di € 1500.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email