Browsing: RES PUBLICA

RES PUBLICA

VITERBO – La storia, è noto, non insegna mai niente; magistra vitae, dicevano i Romani, ma poi tutti, in tutti i secoli, hanno continuato a fare gli stessi errori marchiani, a ripetere le sottovalutazioni d’analisi, a sbagliare tempi e luoghi.

RES PUBLICA

VITERBO – Francesco Forte, classe 1929, cattedratico, pubblicista, ministro ecc., in uno snello pamphlet intititolato “Gli anziani salvano l’Italia”,

RES PUBLICA

VITERBO – Da quando la politica e con essa la filosofia, la critica letteraria, l’arte ecc. è uscita dai pochi salotti delle elites nobiliari post-Revolution Francaise, interpretiamo la realtà a livello di massa utilizzando strumenti di logica comunicativa e quindi organizzativa, chiamati ideologie.

RES PUBLICA

VITERBO – Si è tenuto l’unico e neanche tanto atteso confronto tra i tre candidati alle primarie per il posto di Segretario del Partito Democratico.

RES PUBLICA

VITERBO – C’è sempre qualcosa di preciso, di saldo, di condiviso che innerva la memoria collettiva di una nazione, che va custodito con attenzione e passione, se non altro per ricorrervi nel momento del bisogno come fonte di ispirazione e conforto.

RES PUBLICA

VITERBO – Ogni volta per capire meglio bisognerebbe partire dalle origini di idee, concetti, sistemi, che spesso corrispondono alle rivoluzioni che hanno segnato la storia dell’Occidente: l’avvento della borghesia e dei suoi valori con la rivoluzione americana e poi quella francese, la primazia della tecnica e la formazione del proletariato urbano con la rivoluzione industriale, il tentativo di quest’ultimo di creare un ordine nuovo con quella russa e sovietica. Parlando di economia il “No taxation without representation” della rivoluzione americana ci dice come sia oggi stridente la contraddizione che passa tra tassazione, intesa come moderno sistema fiscale e finanziario e rappresentanza politica democratica. Ciò perché sin dal nome stesso…

RES PUBLICA

VITERBO – Sono stato a Gerusalemme per la Domenica delle Palme e trovo utile ed opportuno parlarne oggi, 15 aprile Vigilia di Pasqua, anche perché la prima volta che visitai Israele/Palestina fu 17 anni fa e quindi un paragone, anche storico o politico, ma soprattutto di impressioni tra i due momenti credo abbia un qualche significato.

1 2 3 12