“Lo scrittore Vasco Pratolini sosteneva che “L’uomo è come un albero e in ogni suo inverno levita la primavera che reca nuove foglie e nuovo vigore”.

E’ esattamente in questo modo – comunica l’Associazione  Nazionale  “Città delle Ciliegie” – che ogni anno a Celleno nei primi giorni di Aprile esplodono i ciliegi nella loro magnifica, maestosa, fresca e candida fioritura.

Quest’anno in particolare, quando anche le stagioni sembrano essere cambiate e non rispondere più alle regole millenarie alle quali eravamo abituati, i ciliegi di Celleno hanno voluto ancora dirci che si riparte; l’inverno è finito e ci attendono giorni di lavoro, impegno, raccolta; giorni che anticamente rappresentavano i primi guadagni dopo un lungo inverno.

Le campagne di questo piccolo “Borgo Fantasma”, visitato ogni fine settimana da centinaia di turisti curiosi e meravigliati della presenza in un solo luogo di ritrovamenti dell’epoca etrusca, romana, medievale, sono costellate di siepi, piantagioni, viali e giardini con alberi di ciliegio, amarene, visciole colmi di spettacolari fiori bianchi; manti bellissimi e candidi come mai visti; un vero regalo della natura.

L’Associazione Nazionale “Città delle Ciliegie” prende origine proprio a Celleno con lo scopo di valorizzare, promuovere e far conoscere i territori tipici della produzione cerasicola nazionale.

L’Italia detiene il primato europeo del mercato di produzione delle Ciliegie e siamo quarti a livello mondiale con una produzione di circa 1.200.000 quintali di altissimo livello qualitativo.

Molte sono le iniziative ed i gruppi di carattere culturale e folkloristico che sono presenti nel nostro Paese e che ruotano attorno al tema delle ciliegie, alcuni esempi: a Turi (BA) esiste la “ConturBand”; a Maenza (LT) la corale “Le Pomponie”; a Casciana Terme Lari (PI) “I Battitori di Grano”; a Vignola la “Condotta Slow Food”; a Palombara Sabina (RM) il “Festival Cinematografico delle Cerase” ed ogni gruppo, ogni associazione coglie il meglio della cultura delle ciliegie e da ciò si realizzano ogni anno decine di manifestazioni cerasicole nei comuni associati a “Città delle Ciliegie” dove si possono degustare i migliori prodotti tipici come la crostata di ciliegie; il maraschino di visciole; il ratafià; il miele di ciliegio; le confetture; le frittelle alle ciliegie; il tutto mentre si gode allegramente degli spettacoli culturali come la Sfilata dei Carri Allegorici di Celleno che si tiene la 2^ domenica di Giugno.

E allora cosa aspettiamo? Venite tutti a Celleno in questi giorni di primavera e godetevi le cascate di fiori bianchi ed il profumo della più bella campagna nella migliore stagione dell’anno”.

Articolo precedenteL’Ecosantagata Civita Castellana reagisce, Foligno battuto 3-0
Articolo successivoGrazie all’unità emodinamica e UTIC di cardiologia dell’ospedale di Belcolle