Quattro giornate di studio per approfondire gli aspetti legati all’arte, la storia, l’archeologia, e l’architettura di questo piccolo ma significativo centro della Teverina. Si parte sabato 28 gennaio alle ore 16


Nella suggestiva cornice del “Borgo Fantasma” di Celleno l’Amministrazione comunale organizza una serie di incontri per svelare i segreti dell’antico abitato di Celleno, delle sue chiese e del Castello degli Orsini.
Quattro sono gli appuntamenti in programma tra fine gennaio e maggio per approfondire gli aspetti legati all’arte, la storia, l’archeologia, e l’architettura coinvolgendo studiosi ed esperti di prestigiose Università italiane tra cui il Politecnico di Milano, La Sapienza, RomaTre, l’Università di Firenze e l’Università della Tuscia. Un tuffo nel passato di questo piccolo ma significativo centro della Teverina in cui sono state
rinvenute interessantissime tracce di insediamenti umani fin dall’epoca etrusco-romana.
Si parte sabato 28 gennaio alle ore 16, presso la chiesa di San Carlo in piazza Enrico Castellani, ed è dedicato alle “Trasformazioni sociali ed urbanistiche di Castrum Celleni”, con gli interventi di: Giancarlo Baciarello, sugli antichi statuti di Celleno, il più antico dei quali risale al 1457; Anna Falcinelli, sull’archivio storico comunale; Massimo Fordini Sonni, che per la prima volta porta all’attenzione la nascita e la trasformazione del castello degli Orsini a partire dall’XI secolo. La giornata si concluderà con una tavola rotonda coordinata dalla consigliera alla Cultura del Comune di Celleno Federica Vacchi sulle prospettive di costituire un complesso monumentale, con la presenza di Marco Bianchi, sindaco di Celleno; Tiziano Grossi, responsabile tecnico dei Comuni di Celleno e Civitella d’Agliano; Yuri Strozzieri, funzionario
della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per la provincia di Viterbo e l’Etruria Meridionale.
Gli appuntamenti successivi sono in programma: sabato 15 aprile 2023, ore 15, su “Il Borgo Fantasma come tema delle tesi di architettura”; maggio 2023, su “La chiesa di San Rocco tra arte e devozione”; maggio 2023, su “Gli scavi archeologici e le nuove scoperte nella cultura materiale di Celleno”.
La rassegna scientifica è realizzata a cura di Alma Civita Studio e la collaborazione di Ace20. Ha inoltre ottenuto il patrocinio dell’Ordine degli Architetti di Viterbo e della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per la provincia di Viterbo e l’Etruria Meridionale.
Per informazioni: Comune di Celleno, tel. 0761.912002

Articolo precedenteScattato il “Piano Neve” della città di Montefiascone
Articolo successivoMovida del fine settimana, Civita Castellana: sanzionati 2 bar e segnalati 4 assuntori di hashish, tra loro un 71enne