Sabato 29 dicembre 2018 – ore 17.00, Chiesa S. Giuseppe Operaio – Civita Castellana

Sabato 29 dicembre, vigilia della festa liturgica della Sacra Famiglia, le famiglie sono invitate a partecipare presso la parrocchia di San Giuseppe operaio, a Civita Castellana, alla Messa presieduta dal vescovo. Dopo la Messa si formeranno dei gruppi lavoro in preparazione alla festa diocesana della famiglia programmata per il 24 marzo 2019 a Nepi. Sarà una festa particolare che vedrà coinvolte non solo le coppie di sposi, ma anche i loro figli. I gruppi di lavoro serviranno, appunto, alla programmazione di quella giornata che inizierà al mattino e si concluderà verso sera.

Nell’annunciare queste iniziative, il vescovo diocesano Romano Rossi, ha fatto presente anche gli otto incontri che si terranno nei mesi di gennaio e febbraio sul tema «Maschio e femmina, Dio li creò».

La parrocchia, per l’evangelizzazione delle famiglie, si avvale di coppie di sposi disponibili, che chiedono di essere utilizzati in parrocchia e che vanno, per questo servizio, preparate e seguite.

In parrocchia chi s’impegna deve avere: un momento di formazione e di servizio.
Alla comunità parrocchiale e a ciascun gruppo di servizio della pastorale familiare, spetta darsi una regola di lavoro che si preoccupi di una formazione seria e profonda (spirituale, biblica, pastorale e umana), un’ulteriore maturazione familiare e sociale (docilità allo Spirito e attenzione ai “segni dei tempi”), qualità necessarie per:
Percepire quali sono le necessità concrete e immediate della propria comunità;
Decidere quali settori richiedono un intervento di pastorale familiare, cercando di essere i più possibili realistici;
Programmare una linea di comportamento distribuita nel tempo, senza mai perdere di vista gli obiettivi prefissati;
Interessare e rendere partecipe tutta la comunità con tutti gli organismi di pastorale.

La parrocchia inoltre, deve essere in grado di mettere insieme in maniera unitaria, tutte le iniziative di pastorale familiare già esistenti e gli operatori che vi lavorano, promuovendo nuove proposte coinvolgendo sempre altre famiglie.