CIVITA CASTELLANA – A partire da sabato 7 ottobre 2017 il Polo Museale del Lazio, diretto da Edith Gabrielli, presenta il primo degli inediti percorsi di visita del Museo archeologico dell’Agro Falisco e Forte Sangallo, diretto da Maria Selene Sconci.

Il monumento, realizzati gli essenziali interventi di restyling del punto di accoglienza e messo in sicurezza il nuovo percorso di visita, sarà visitabile negli spazi delle terrazze e del mastio, con accesso al marciaronda, lo spettacolare camminamento superiore del mastio stesso, un tempo punto privilegiato per l’avvistamento dei nemici e oggi straordinaria postazione per godere a pieno lo sky line del territorio falisco.

Sono trascorsi quasi tre anni dalla nascita del Polo Museale del Lazio che è stato istituito dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per rafforzare ed in alcuni casi fondare ex novo un patto di sinergia e di reciproca collaborazione tra i luoghi della cultura di proprietà statale e le diverse realtà operanti nel territorio.

Il Forte Sangallo ha rappresentato per quasi quarant’anni l’ineludibile attrazione culturale del territorio e la sua indiscussa eccellenza turistica, collegata quasi esclusivamente alla sua spiccatissima vocazione archeologica.

La nuova prospettiva strategica ci impone di cogliere le diverse potenzialità del complesso monumentale di Civita Castellana e di riscriverne la missione partendo dal pieno recupero della sua pregevolissima identità storico-architettoniche, declinandone al meglio le potenzialità comunicative. Sono programmati altri percorsi di visita alle celle di rigore ed ai camminamenti delle fucilerie del Forte.

Commenta con il tuo account Facebook