«Abbiamo appreso che l’’amministrazione comunale di Civita Castellana organizza per il 10 novembre la 1° Giornata ecologica “PuliAMO Civita”.
L’ intento  – precisano Domenico Parroccini e i Consiglieri comunali Forza Italia di Civita Castellana – apparentemente ha un fine nobile, ossia quello di ripulire soprattutto le aree verdi della città dai rifiuti abbandonati.

Il nostro plauso ovviamene va a tutti i volontari che hanno aderito (quelli in buona fede ).
Siamo convinti infatti anche noi, che il bene pubblico, appartenga a tutti e che vada custodito e curato come se fosse casa nostra.

Proprio per questo motivo abbiamo più volte in questi anni criticato la attuale amministrazione e in particolare l’Assessorato competente perché latitante.

Infatti non ha, oggettivamente, assolto a pieno ai suoi compiti per il verde pubblico, per il decoro urbano, per la pulizia in senso lato della nostra città e del nostro territorio.

Esempi se ne possono fare tantissimi, ne abbiamo fatti e denunciati sia in consiglio comunale che sui mezzi di comunicazione, facebook in primis … e sono notissimi ai concittadini tanto che è inutile anche citarli.

Troviamo paradossale pertanto, che la stessa amministrazione alla quale i cittadini pagano ingenti soldi per la pulizia della città con il servizo che dovrebbe essere svolto dalla Sate si faccia paladina praticamente contro se stessa.

Non solo c’è un atteggiamento masochistico ma offensivo per i cittadini.

Infatti questa iniziativa è spudoratamente strumentale perché, guarda caso a pochi mesi dal rinnovo dell’amministrazione comunale.

L’Assessore ci vuole far credere che si dedica con fervore ritrovato al decoro urbano e che le colpe del degrado ambientale vadano ricercate esclusivamente contro le persone incivili che sporcano e deturpano l’ambiente.

Siamo consapevoli che esistano anche dei rei ma di certo la amministrazione ha le sue responsabilità e l’assessore non può farci credere di esserne immune con questa che è di fatto solo propaganda politica. Nasce naturale la domanda: “ ma fino ad ora cosa è stato fatto? Assicurato un servizio e i doverosi controlli?
Potremmo chiudere con una battuta  “Chi è causa del suo mal pianga se stesso!”

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email