Tutti i Sindaci dopo la lunga assemblea dei soci tenutasi ieri a Palazzo Gentili hanno dato incarico all’ATO di presentare due proposte:

  • Aumento tariffario dell’8,4%;
  • Aumento tariffario del 12,9%.

L’unico NO, quello della LEGA nella figura del Sindaco e amico Fabio Bartolacci di Tuscania.

Allo stesso modo, noi ci schieriamo da sempre contro l’aumento tariffario dell’acqua, come fatto nel 2020 dal nostro allora capogruppo Andrea Sebastiani.

A nostro avviso i cittadini non possono assolutamente pagare per le conseguenze di una gestione totalmente fallimentare come quella di Talete Spa, specialmente in un momento critico come questo, dove il caro bollette e l’aumento sproporzionato del costo della vita stanno dilaniando gli equilibri economici familiari dei nostri concittadini.

Articolo precedenteViterbo, Bernabucci e Golino entrano a far parte della Lista Civica “LA TUSCIA NEL CUORE”
Articolo successivoBomarzo, la Giunta vuole distruggere la Riserva Naturale di Monte Casoli tagliando 34 ettari di bosco