“Questa mattina i giovani volontari di età compresa tra 18 e 29 anni inizieranno  l’esperienza del Servizio Civile Universale presso il Comune di Civita Castellana.

Per dodici mesi – scrive Carlo Angeletti, ex Assessore ai Servizi Sociali del Comune di Civita Castellana, – i  volontari selezionati saranno impiegati  in  progetti  riguardanti l’educazione e la promozione ambientale e paesaggistica,  l’inclusione  sociale  scolastica  dei diversamente abili, l’assistenza a minori, giovani  e anziani in condizioni di disagio o di esclusione sociale, la valorizzazione del patrimonio artistico, storico e culturale e quello di  facilitatori digitali  per   supportare e formare chi non possiede conoscenze delle nuove tecnologie telematiche.

Avendo curato e seguito fino  a portare al traguardo finale, tutte le fasi della progettazione del Servizio Civile Universale , quando ricoprivo il ruolo di Assessore  ai Servizi Sociali  presso l’Ente comunale, mi preme dare  il benvenuto ai ragazzi e alle  ragazze del Servizio Civile, che per un anno saranno operativi nella nostra città,  con la loro energia e voglia di fare, mettendosi al  servizio di tutta la comunità civitonica e in particolar modo di  anziani, minori e  persone in condizione di fragilità.

L’augurio è che questa esperienza possa essere un momento di crescita personale e occasione per orientare le loro future scelte nel mondo del lavoro.

Intendo estendere un ringraziamento particolare, per il supporto  che mi hanno   fornito nelle varie fasi del  complesso  lavoro di progettazione del Servizio Civile Universale ai funzionari  comunali dell’Area Servizi Sociali Giuliano Latini, Elisabetta Montanari, Roberta Fegatello e  Marzia Piacenti.

Civita Castellana non è solo il paese dell’esercito del selfie, ma anche quello  di cose concrete, e tra esse c’è sicuramente il Servizio Civile Universale per i nostri giovani”.

                                           

Articolo precedenteSantuario di Santa Rosa, presentazione del libro “Testimonianze di grazie  ricevute nel tempo”
Articolo successivoMusica, teatro e riflessione per aiutare un popolo