CIVITA CASTELLANA – “Interveniamo in merito alla disastrosa situazione della posta di Piazza San Clemente nel centro storico di Civita Castellana, situazione che sta portando all’esasperazione sia i lavoratori che gli utenti dell’ufficio postale.

Troppo spesso assistiamo a code interminabili, persone anziane costrette ad aspettare ore in piedi e spesso a tornare nei giorni successivi per ritirare le pensioni ed impiegati ridotti all’osso, quasi sempre non sostituiti in caso di ferie o malattia, il tutto è poi accompagnato da un aggravio dei compiti dell’ufficio stesso (come la gestione delle raccomandate).

Per questo chiediamo di intervenire; perché’ le Poste sono in primis un servizio ai cittadini e tutti gli uffici, anche quelli di provincia, hanno il dovere di svolgere al meglio la propria funzione.

Vogliamo inoltre esprimere la nostra contrarietà alle politiche di privatizzazione ed aziendalizzazione del servizio postale che sono state portate avanti negli ultimi anni da tutti i governi, privatizzazione che oltre ad indebolire le casse statali porta ad una situazione di disservizio assoluto nei confronti dei cittadini e di disagio dei lavoratori, con l’unico fine di far guadagnare sempre i pochi soliti noti invece di pensare alle esigenze dei ceti popolari specialmente di chi dopo una vita di fatica deve anche penare per ritirare i pochi soldi della pensione”.

RIFONDAZIONE COMUNISTA – POTERE AL POPOLO
CIRCOLO ENRICO MINIO – CIVITA CASTELLANA

Commenta con il tuo account Facebook