CIVITELLA D’AGLIANO – “Sabato ultimo scorso si è svolta a Civitella d’Agliano una bella manifestazione organizzata dal Comitato locale CRI per l’inaugurazione della nuova ambulanza e della nuova sede dell’associazione.
La partecipazione dei cittadini, dei volontari e delle autorità è stata calorosa e sentita. Erano presenti il Segretario Generale CRI, Flavio Ronzi, la sorella Anastasia Siena, Delegato Regionale e Vice Presidente della Commissione Nazionale DIU, Paolo Scura, Presidente Regionale CRI Umbria, Claudio La Molinara Delegato Nazionale SMTS, Gianfranco Broglia, Presidente CRI di Camerino, Emanuele Storti, Presidente CRI di Todi, Marco Sbocchia, Presidente CRI di Viterbo, Stefano Bizzarri, Presidente CRI di Bagnoregio, Marco Rocchi di Ares 118 Viterbo-Rieti e i Sindaci di Civitella, Giuseppe Mottura, e di Castiglione, Mirko Luzi, i parroci don Alfredo Cento e don Eustachio Doungui.

L’evento è stato allietato dalla presenza della Banda della Croce Rossa Italiana che ha suonato insieme alla Banda Musicale di Civitella d’Agliano, suscitando il plauso del pubblico, soprattutto durante l’esecuzione dell’Inno Nazionale per l’alzabandiera.

Nel corso della suggestiva cerimonia ci sono stati diversi momenti emozionanti.

I volontari del servizio SMTS hanno coinvolto il pubblico in un’interessante dimostrazione di operazioni di salvataggio in contesti di varia difficoltà, dimostrando l’importanza dell’opera dei volontari in situazioni di emergenza.

Il Presidente della CRI di Camerino, invece, ha toccato profondamente gli animi dei presenti per la sua commossa testimonianza sul dramma del terremoto in Centro Italia: la sua amicizia con il Comitato di Civitella è nata durante le attività di sostegno che i nostri volontari hanno svolto presso la sua martoriata cittadina e la sua presenza alla cerimonia è stata graditissima. Importante l’appello che ha rivolto ai presenti affinché chi opera e vive nelle zone terremotate non sia lasciato solo.

Molto coinvolgente anche il momento della benedizione delle ambulanze: accanto alla nuova ambulanza del Comitato di Civitella, i parroci hanno benedetto anche quella che il Comitato invierà in Congo, la nazione d’origine di don Eustachio. Il mezzo ci era stato donato qualche anno fa dal Comitato CRI di Cesena.

L’abbraccio in cui ci hanno stretto la nostra comunità, le autorità presenti e i colleghi della CRI, ricompensa l’intenso impegno che sia i volontari che operano da vent’anni nel Comitato, sia quelli entrati da poco nella nostra famiglia civitellese hanno profuso nel restaurare e recuperare l’edificio che ci ha concesso l’Amministrazione Comunale di Civitella d’Agliano, che ringraziamo vivamente.

La nostra attività prosegue con un incentivo in più e affinché la nostra presenza nel territorio continui ad essere un valido sostegno alla nostra comunità facciamo appello alla cittadinanza perché continui a seguire e a sostenere, ognuno secondo le sue possibilità, le nostre molteplici iniziative.

Un grande ringraziamento a tutti i sostenitori e ai volontari che hanno permesso la realizzazione di questo grande obiettivo. Le fotografie sono state scattate dalla volontaria Clarissa Fusco”.

Marco Giuliotti

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email