Si è chiusa ieri sera la tre giorni di The Place, il festival di musica che ha riacceso i riflettori sulla bellezza dei borghi della Teverina. Questa prima edizione, caratterizzata dall’alto livello artistico dei musicisti coinvolti e dall’affascinate impatto scenografico delle location, è stata premiata da una grande affluenza di pubblico: diverso, di serata in serata, per età e gusti musicali ma sempre entusiasta e prodigo di applausi.

Il rock degli Aeternum e le molteplici musicalità degli Elysium, le straordinarie percussioni di Dario Rossi, i mix coinvolgenti di Riky L alla consolle e le arie d’opera innescate al pianoforte dal Maestro Diego Moccia hanno fornito un intrattenimento di livello che è stato apprezzato da tutti. La Torre dei Monaldeschi a Civitella d’Agliano e Piazza Castello a San Michele in Teverina hanno dimostrato di essere le cornici perfette per questo evento che, grazie alla professionalità degli organizzatori nel gestire al meglio le condizioni meteo sfavorevoli, ha registrato numerose presenze ogni sera.

La Pro Loco di Civitella d’Agliano, in collaborazione con Dioniso Project e Piazzetta Discoteque, è riuscita nell’intento di valorizzare alcuni luoghi storici del territorio utilizzando il tramite universale della musica e favorendone la fruibilità in assoluta sicurezza. Grande l’impatto mediatico dell’evento sia sulla stampa locale e sulle testate specializzate in musica che sui maggiori canali di promozione turistica: fiore all’occhiello il servizio di Happy Hour, la rubrica del TG di RAI 3 dedicata agli eventi nel Lazio.

Questa prima edizione del festival The Place è stato un ottimo un punto di partenza che, secondo gli organizzatori, il prossimo anno porterà alla riscoperta di nuovi luoghi e dimore storico-artistiche da valorizzare, sempre sotto l’egida della buona musica.

Commenta con il tuo account Facebook