VITERBO – La macchina di Santa Rosa è il nostro vanto più grande, sotto quel campanile che cammina, ci sentiamo tutti di un sentimento, ritroviamo l’orgoglio, il senso di comunità, l’appartenenza di sangue che ci rende fratelli. Aspettiamo ogni nuova…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati

Articolo precedenteNuoto: la Larus si aggiudica il secondo posto ai Campionati italiani assoluti di Riccione
Articolo successivoUna fiaccolata per i marò, Montefiascone si fa sentire!