Sono quasi 11.000 le dosi ricavabili da un significativo sequestro di marijuana operato dai Carabinieri della Stazione di Bagnaia lo scorso 14 settembre, così come accertato a seguito delle analisi di laboratorio eseguite presso il Dipartimento delle Scienze Ecologiche e Biologiche dell’Università della Tuscia.

Il pomeriggio del 14 settembre scorso, un Carabiniere della Stazione di Bagnaia, libero dal servizio, aveva deciso di controllare di un automobilista sospetto in sosta in viale Fiume, trovandolo in possesso di involucro di cellophane contenente alcuni grammi di marijuana.

Chiamati i rinforzi, veniva perquisita l’abitazione dell’uomo a Farnese (VT), dove venivano rinvenuti ulteriori contenitori recanti complessivamente circa 1,700 chilogrammi della stessa sostanza ed alcune piante di canapa indiana.

Il farnesano veniva, allora, sottoposto agli arresti domiciliari e dopo l’udienza di convalida, per l’assenza di precedenti penali, veniva rimesso in libertà.

Articolo precedenteBassano in Teverina, iniziati i lavori di consolidamento del versante orientale e della rupe del borgo
Articolo successivoTorna, immancabile, l’appuntamento con la Cantina di San Vittore alla Festa della castagna di Vallerano