VITERBO – “Siamo senza acqua e nessuno ci ha avvisato”. Inizia così lo sfogo di una residente di Fastello, legato alla carenza idrica che da ieri sta interessando la piccola frazione viterbese. “Non capiamo – prosegue la residente – per quale ragione ci stiano trattando così. Il nostro è un paese in cui vi sono bambini e tanti di anziani e, solo per questo, meriterebbe di ricevere maggiori attenzioni in termini di comunicazione.

E invece ci siamo trovati da un giorno all’altro senza acqua né spiegazioni. In pratica, letteralmente abbandonati.

Senza contare poi che Fastello non può usufruire degli stessi servizi, sanitari e commerciali, di cui invece possono disporre le altre frazioni.

Insomma, è giunto il momento di dire basta. Siamo stanchi di essere trattati in questo modo. Le persone che vivono in questa zona (molti dei quali tra l’altro in possesso di animali da cortile) non possono sopportare oltremodo questa situazione.

Talete deve essere più chiara nelle comunicazioni e cercare di venire incontro alle esigenze dei cittadini. Meritiamo rispetto e, soprattutto, una maggiore attenzione alla rete idrica, per far sì che i cittadini non debbano continuamente essere privati del bene più prezioso che abbiamo”.

Commenta con il tuo account Facebook