VITERBO – I carabinieri del comando provinciale di Viterbo, nell’ ultimo fine settimana, hanno effettuato un servizio coordinato di controllo straordinario del territorio, nell’ intero ambito della provincia, conseguendo i seguenti risultati:

A Celleno, i carabinieri della stazione hanno tratto in arresto su misura cautelare custodiale, un minore di diciassette anni, ospite della struttura villa armonia, poiché precedentemente denunciato per avere più volte violato le prescrizioni della stessa struttura; è stato quindi tradotto presso l’istituto penale per minorenni “casal del marmo” di Roma.

A Tarquinia , i carabinieri della compagnia di Tuscania, hanno tratto in arresto un settantenne originario del luogo, intento a cedere una dose di hashish ad un quarantenne di Tarquinia, la successiva perquisizione domiciliare consentiva il sequestro di ulteriori dieci grammi della stessa sostanza e di un bilancino di precisione; l’ arrestato è stato tradotto presso le camere di sicurezza della compagnia di Tuscania.

A Orte, i carabinieri della stazione hanno arrestato un cittadino trentenne, romano, poiché a seguito di perquisizione domiciliare effettuata su decreto dell’ autorità giudiziaria, chiesto in precedenza perché sospettato di spacciare proprio nella zona di Orte, rinvenivano presso l abitazione del sospettato : 300 gr di marijuana, 400 gr di hashish, 10 gr di MDMA, 15 gr di ketamina, più copioso materiale per il confezionamento. L’ arrestato è stato sottoposto al regime custodiale degli arresti domiciliari.

A Capranica, i carabinieri della stazione hanno arrestato un cittadino trentasettenne del luogo, poiché a seguito di perquisizione domiciliare effettuata di iniziativa, in quanto sospettato di spacciare in zona, venivano rinvenuti occultati presso la sua abitazione 16 grammi di cocaina, divisa in dosi, unitamente a materiale da taglio e confezionamento. Il soggetto è stato quindi sottoposto al regime degli arresti domiciliari.

Inoltre dai carabinieri delle stazioni di Orte, Capranica, Sutri, Caprarola, Blera, Aquapendente e Bagnoregio, sono state denunciate dodici persone, responsabili a vario titolo dei reati di truffe on line, guida in stato alcolemico, con conseguente ritiro della patente e sequestro dell’ autovettura, evasione dagli arresti domiciliari e detenzione di stupefacenti in modica quantità di tipo marijuana.

Commenta con il tuo account Facebook