MONTEFIASCONE – La città di Montefiascone si è risvegliata, come d’altra parte tutta l’Italia, sotto una coltre di neve abbastanza spessa, dagli esperti è stata quantificata, intorno ad una media dai venticinque ai trenta centimetri.

Il fenomeno nevoso è iniziato intono alle diciassette del pomeriggio di ieri, poi nella prima nottata, dalle ore ventitre alle ventiquattro circa, ha avuto il suo momento più forte, quando grandi i fiocchi, in brevissimo tempo, hanno portato il manto nevoso intorno ai venti centimetri. Il fenomeno comunque non è cessato e, con fasi alterne, più o meno intense, è durato fino al mattino.

Abbiamo interpellato il Comandate della Polizia Locale, Luigino Salvatori, che gentilmente ci ha informati come segue.

Per tutta la notte la sala operativa comunale è stata presenziata dagli uomini dell’AS.VO.M.- Protezione Civile in stretto contatto con il sindaco Paolini che ha voluto essere costantemente informato sull’evolversi della situazione e, intorno alle quattro di oggi, gli uomini della locale Protezione Civile, con grande spirito di sacrificio, dedizione e competenza, sono scesi in azione con tutti i mezzi a loro disposizione, intervenendo e liberando i punti più critici per la viabilità della città. Alle prime luci dell’Alba sia il sindaco Paolini, che l’assessore M. Ceccarelli, dimostrando sensibilità e attenti all’andamento delle condizioni atmosferiche, preoccupati per attivare quanto prima la viabilità cittadina, parzialmente incoraggiati dalla notizia che gli uomini della Protezione Civile erano già in azione da alcune ore, si sono recati, comunque, presso la sala operativa comunale per un miglior coordinamento della operatività. Hanno infatti provveduto a mobilitare anche la squadra degli operai comunali che si sono resi subito disponibili intervenendo manualmente nelle vie più piccole dove i grossi mezzi della Protezione Civile non erano potuti intervenire.

E’ stato mobilizzato l’intero Corpo della Polizia Municipale che, con dedizione, si è reso disponibile effettuando un accurato sopralluogo in tutta la città segnalando le maggiori criticità e vigilando le operatività lungo le maggiori arterie. Da non dimenticare che Montefiascone è su un crocevia, ove, alle grandi vie interne alla città, s’intersecano con la Regionale Cassia, la Umbro Casentinese, la Verentana.

Si sta facendo un lavoro ottimo, ha detto soddisfatto il comandante Salvatori e l’alta professionalità ed il profondo impegno degli uomini della Protezione Civile, caratteristiche ormai a tutti note, ancora una volta, hanno dimostrato di essere, non solo all’altezza della situazione, ma di saper intervenire ed agire anche con una ponderata e saggia autonomia.

Siamo al centro giornata, tutto procede per il verso giusto, c’è ancora da raggiungere alcune vie; lo faremo nel pomeriggio. I punti critici della viabilità cittadina sono tutti liberi, come pure, le vie principali, sono quasi tutte messe in condizioni di utilizzo nella sicurezza.

La situazione è sotto controllo e per quanto riguarda le strade sterrate di campagna sono state chiamate ad intervenire alcune ditte private che hanno dato prontamente la loro disponibilità.

Le scuole oggi sono rimaste chiuse come pure i pubblici uffici su disposizione del sig. Prefetto dr. Giovanni Bruno. Il sindaco M. Paolini, per precauzione e l’incombente pericolo della formazione di forte ghiaccio, previsto nella notte, ha ordinato che anche domani le scuole dovranno rimanere chiuse.

Unico piccolo disguido nelle prime ore del mattino, allorché, causa blocco delle pompe, per mancata energia elettrica, l’acqua potabile è mancata in alcune zone della città; si è provveduto alla loro riattivazione, per cui, nell’ambito di poche ore, riempiti i serbatoi, l’acqua tornerà in tutta la rete. Nel tardo pomeriggio prima serata, onde prevenire il ghiaccio, si provvederà allo spargimento del sale su tutta la rete stradale locale che interessa la nostra città.

Pietro Brigliozzi

 

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email