Gli uomini della Polizia di Stato con unità della Questura, dell’Ufficio Sanitario, della Sezione Polizia Stradale di Viterbo e dei Distaccamenti di Tarquinia e Monterosi, utilizzando anche un camper attrezzato, hanno effettuato su strada, lo scorso weekend, un servizio mirato di prevenzione e repressione, rivolgendo una particolare attenzione ai pericoli conseguenti alla guida in stato di ebbrezza alcolica e/o sotto l’effetto di stupefacenti o sostanze psicotrope.


Nell’ambito del suddetto dispositivo di prevenzione denominato “stragi del sabato sera”, le pattuglie operanti hanno posto in essere, per tutta la notte tra sabato 29 e domenica 30 settembre, una serie di controlli serrati su alcune arterie viarie principali della nostra provincia, operando anche nelle vicinanze di locali notturni molto frequentati, al fine di prevenire tutti quei fenomeni potenzialmente rischiosi che caratterizzano i fine-settimana.

Sono state sottoposte a verifica su strada 87 persone e 79 autoveicoli: tutti i soggetti fermati che si trovavano alla guida dei rispettivi veicoli sono stati controllati tramite il precursore alcolico e, in caso di positività, sottoposti alla prova dell’etilometro.

Tali verifiche hanno portato al ritiro immediato di 5 patenti di guida con la successiva denuncia all’A.G. per guida in stato di ebbrezza alcolica. Altri guidatori sono risultati positivi al precursore, ma hanno riscontrato un tasso di alcol entro i limiti tollerati di legge, pari a 0,5 g/l.

Tali controlli, effettuati dalla Polizia di Statoo durante i fine-settimana, evidenziano come debba rimanere costantemente alto il livello di attenzione in merito alla sicurezza di tutte le persone che si pongono alla guida di un veicolo.

“Le campagne di sensibilizzazione ed i continui controlli – afferma il Dirigente della Sezione Polizia Stradale di Viterbo, Dr. Porroni – stanno dando risultati positivi in merito al numero decrescente di automobilisti che si pongono alla guida delle loro vetture dopo aver ingerito alcool e/o droga. Ma il livello di attenzione non diminuirà: l’impegno della Polizia Stradale e di tutte le Forze di Polizia rimarrà alto e costante per far sì che questo malcostume venga definitivamente abbandonato.”

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email