RONCIGLIONE – I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Ronciglione e quelli della Stazione di Sutri, ieri hanno tratto in arresto un 40nne del luogo per maltrattamenti in famiglia, violenza privata, violazione di domicilio e resistenza a pubblico ufficiale. La vicenda scaturisce dai cattivi rapporti tra due ex coniugi. Ieri il marito, con numerosi precedenti penali, in evidente stato di alterazione è giunto fuori l’abitazione della ex moglie e dei due figli iniziando ad inveire contro di lei e scagliandole contro pietre. Successivamente ha scavalcato il cancello di ingresso del giardino tentando di introdursi nell’abitazione dove la donna si era barricata con i due figli minori.

 

A questo punto, chiamati dai vicini, sono giunti i Carabinieri. L’uomo, già tratto in arresto in precedenza per fatti simili, ha iniziato ad inveire anche contro di loro facendo grossa resistenza al tentativo di allontanarlo. A questo punto la donna ha dichiarato di voler denunciare il marito che nel frattempo era stato già dichiarato in arresto per resistenza a Pubblico Ufficiale. Nella circostanza per calmare l‘arrestato è stato necessario l’intervento dei sanitari del 118 che lo hanno sedato. Dopo le formalità di rito l’uomo è stato tradotto presso la casa circondariale di Viterbo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email